prenditi un minuto e ...


SI !!
SE SPENDI UN MINUTO
NEL FARE UNA SEMPLICE VISITA ECOGRAFICA

Prevenire un aneurisma significa fare un investimento vitale.
cioé LA TUA VITA... viene salvata in tempo e quindi ....LA VIVI DI PIU'

Non siamo di ferro !!!! il nostro cuore batte 86.400 volte al giorno
per portare il sangue nelle nostre arterie;
ovviamente questo apparato circolatorio non deve trovare ostacoli.
E gli ostacoli spesso sono i subdoli aneurisma.

Chiamati anche i "killer silenziosi"
Che pochi sanno cosa sono, salvo -- a saperlo poi -- i parenti dell'estinto.



QUI LA MIA RECENTE ESPERIENZA
( di Franco !! - l'autore di www.storiologia.it
con quasi 2 miliardi di visite > > > > >

Tre anni fa, dopo aver fatto un elettrocardiogramma di abituale prevenzione, il cardiologo un po' allarmato ritenne opportuno di farmi fare anche una ecografia. E infatti da questa risultò esserci nell'aorta addominale un aneurisma di circa 4 cm. di diametro, quindi non proprio pericoloso ma da tenere sotto controllo ogni dodici mesi perché può avere una sua subdola crescita e una conseguente rottura. E infatti l'anno dopo l' aneurisma era cresciuto a quasi 4,5 cm; un po' allarmati abbiamo anticipato il controllo a 6 mesi riscontrando alla TAC l'aumento del diametro a quasi 5,5 cm.; oltre ad essere spuntati fuori (originati dal primo) altri due aneurisma nelle arterie nell'asse iliaco Dx e Sx (le 2 arterie verso le gambe).
A questo punto il valente direttore di Chirurgia Vascolare dell'Ospedale di Vicenza, Primario Dott. DOMENICO MILITE, dopo due franchi e precisi colloqui, mi mise davanti a due scelte: o non operarmi e correre il perenne rischio di: 1) improvvisa rottura dell'aneurisma; 2) le 2 iliache potrebbero embolizzare una o entrambe le due gambe,
oppure sottopormi all'intervento operatorio che - se non fatto subito - poteva diventare nel tempo - soprattutto per l'età - più rischioso e difficoltoso.
Insomma non c'era tempo da perdere. E io non ho perso tempo a decidere. Piuttosto che vivere quotidianamente con sul capo la spada di Damocle, ho dato il benestare immediato all'intervento.
Sono stato sì o no un ardimentoso paracadutista e un rocciatore ??? ( >>>>> )
E allora !!!

E ho fatto bene anche qui ad essere coraggioso e determinato !!
Anche perché - ho capito subito -
che con il Dr. Milite ero in buone mani !!!!


__________________________________________________________________
________________________________________
__________________________
________
GLI ANEURISMI

COSA SONO - Gli aneurismi sono dilatazioni delle arterie
(si presenta come un palloncino che via via che cresce rende sempre più sottile la parete della aorta).
A volte vengono scoperti casualmente facendo degli altri accertamenti.
Spesso non danno nessun disturbo (sono asintomatici) ma ....
.... possono causare gravissimi
problemi, come la improvvisa rottura.

(proprio per questo l'Aneurisma all'Aorta Addominale viene chiamato "il killer silenzioso";
se non scoperto in tempo, il suo primo segnale é ... purtroppo.... la sua rottura)



Tali complicanze vanno dalla rottura con improvvisa emorragia, spesso fatale (70-85%),
all’embolizzazione con ischemia acuta.
Per queste dilatazioni delle arterie vengono eseguiti trattamenti chirurgici,
oggi sempre più all'avanguardia grazie all' altissima professionalità
dei chirurghi vascolari, com'é oggi il chirurgo Dr. DOMENICO MILITE.


_______________________________________________________________________________________

CHIRURGIA VASCOLARE
INTERVENTO SU
ANEURISMA ALL'AORTA ADDOMINALE

diagnosi e intervento su

FRANCO GONZATO

" Dopo lo studio angio TC dell'aorta addominale,
si è evidenziato un aneurisma nella stessa aorta addominale
a partenza iuxtarenale associato ad aneurisma dell'asse iliaco comune destro,
dissezione focale dell'iliaca esterna destra
e blocco dell'asse iliaco esterno sinistro ".

 

per comprendere meglio...

1) ANEURISMA ALL'AORTA ADDOMINALE
E' la dilatazione dell’arteria che porta il sangue dal cuore a tutto l’organismo inferiore.
Dall''Aorta Addominale nascono importanti vasi arteriosi che portano il sangue
ad organi vitali come il FEGATO, lo STOMACO, l' INTESTINO ed i RENI.

2) ANEURISMA NELLE 2 ARTERIE ILIACHE
Sono i due rami principali divisori che dall’aorta add. sono diretti agli arti inferiori dx e sx.
Al di sotto del livello dell’ombelico l’aorta addominale si divide in due rami,
chiamati arterie iliache, ognuna diretta verso le 2 gambe.

tutte le tre arterie essendo alquanto ostruttive sono giunte
* la prima al limite del "rischio di una rottura" ( ca. 5,5 cm )
* le seconde quasi allo " strozzamento " delle 2 arterie stesse .


( Spesso all’interno degli aneurismi si formano trombi che in alcuni casi si staccano
dalla parete e causano improvvise e gravi mancanze di sangue agli arti inferiori ;
questi episodi vengono definiti embolie, o meglio "embolie arteriose"
che sono anche - quelle superiori - le caratteristiche dell
'ictus cerebrale

Entrambe rappresentano la seconda causa di morte a livello mondiale
mentre quelle inferiori sono la prima causa di disabilità (!!)
La seconda è peggiore della prima,
perché relegati in carrozzella ci ricorderà ogni giorno
quanto siamo stati ....

stupidamente .... poco previdenti.


Il rischio della rottura di un aneurisma
e la conseguente emorragia potenzialmente fatale
aumenta con l’aumentare del diametro dell’aneurisma.

(all'origine l'aorta addominale é -
nelle donne di cm. 1,7-2,0 e 2,0-2.5 negli uomini)
L'aumento del diametro determina la rottura.

Dimensione della dilatazione e probabilità di rottura
al 4%-20% se il diametro misura da 4 fino a 5 cm
al 30%-50% se inizia a superare i 5 e fino a 6 cm
é del 60-80% se il diametro tocca i 7-8 cm


Nel 70-85% dei casi di rottura improvvisa si conclude con la morte del soggetto colpito.
( dipende dalla tempestività del ricovero al Pronto Soccorso
e qui dalla disponibilità immediata di un bravo chirurgo vascolare)

Mentre le morti sono inferiore al 3% se il preventivo trattamento chirurgico
viene programmato
dopo una oculata diagnostica preventiva

L'aneurisma é molto diffuso, colpisce oltre 700.000 persone in Europa
con circa 220.000 nuovi casi lievi diagnosticati ogni anno in Italia
(quelli definiti a rischio 27.000 nel nostro Paese).

( In Italia ogni giorno si verificano 18 rotture dell'AAA
e per la maggior parte sono letali )

CAUSE
Una delle cause più frequenti di dilatazione aneurismatica dell’aorta
é l’aterosclerosi, colpisce soprattutto i fumatori, i diabetici, le persone
con la pressione alta (ipertesi) e quelli con alti valori di colesterolo nel sangue (dislipidemici).
L'insorgenza della dilatazione nei soggetti é asintomatica
il 70-80 % infatti non manifesta alcun disturbo, e quindi non si fa mai visitare.

Il consiglio é farsi visitare anche quando si sta bene,
soprattutto gli uomini, già dai 40 anni in su. (*)


Con una semplice ecografia l'aneurisma lo si scopre subito,
e nel caso di una sua crescita lo si tiene sotto controllo ogni 6-12 mesi

in caso di allarme ci si sottopone a un ulteriore controllo con......

* Una imaging addominale mediante risonanza magnetica (RM)
* Una tomografia computerizzata (TC)
* Una EcocolorDoppler.


ed è ciò che ha fatto Franco Gonzato nel corso degli ultimi 2 anni
prima di arrivare (in tempo) al punto critico (i 5,5 cm. all' A.A.A)

(*) Un mio carissimo amico, a soli 42 anni
l'intelligente provider di questo mio sito
(nel 1995 un pioniere, uno dei primissimi in Italia a creare un provider per internet )
non aveva mai fatto una visita mirata;
così l'improvvisa rottura (aveva il 5,5 nell' A.A.A) gli è stata fatale,
non è arrivato nemmeno sulla soglia del Pronto Soccorso.
.

Ma anche mio padre...
( un grande giramondo, sempre pieno di energie )

.... morì a 50 anni per la improvvisa rottura
di un aneurisma addominale di soli 5 cm, ma che non sapeva di avere.
.
In questi giorni (4-2-2016) è anche scomparsa
a soli 34 anni Katie May
la bellissima e famosissima modella di Playboy.

Lei era un fenomeno dei social network con le sue esplosive
foto sexy. Stroncata pure lei da una rottura vascolare improvvisa.
Cosa dicevo all'inizio? ... anche se si é forti, energici, intelligenti e belli
la vita è attaccata a un filo (a un aneurisma !! )

 

Dunque, su Franco Gonzato l'operazione chirurgica...
... verrà eseguita per riparare
sia il tratto principale dell'aorta addominale sia le 2 iliache: Dx e Sx
inserendo nelle rispettive sedi, delle protesi tubolari in materiale sintetico.

... sostanzialmente appaiono come dei tubicini (vasi artificiali)
che vengono collegati ai 3 vasi sanguigni.
(consideriamo che l'A.A.A sopra i 5,5 cm é già considerato più insidioso
dello stesso intervento operatorio, che però questo non é del tutto privo di rischi.
Ma quest'ultimo dipende ovviamente dalla bravura del chirurgo
oltre allo stato di salute del paziente che non deve aspettare di essere
debilitato, stanco, depresso o 90enne.


E' un intervento piuttosto complesso e con un certo rischio...
( ma bisogna pensarci prima, fare - come detto - un ecografia e non sempre rimandare )
... soprattutto perché l'aneurisma add. é molto vicino ai 2 vasi dei reni.


L' operazione chirurgica a cielo aperto..........
( non fattibile l'intervento mininvasivo di endoprotesi
perché le 2 iliache risultavano quasi ostruite )


........in anestesia totale per la durata
di circa 6-7 ore
verrà eseguita dal
DIRETTORE della
Struttura Complessa di Chirurgia Vascolare
della ULSS n.6 "Vicenza"

Dr. DOMENICO MILITE
( casistica operatoria: oltre 5000 interventi
di chirurgia arteriosa ricostruttiva ( C.V. > > > > > )

prima e dopo l'intervento


qui a destra .... il lavoro finito...

" Messa a piatto dell'aneurisma aortico ed iliaco destro
+ confezionamento di innesto aorto-bifemorale
in protesi 16 x 18 mm dracon
+ bypass ipogastrico bilaterale. "

 

UN CAPOLAVORO !!

--------------------------------

qui di seguito utili
Informazioni relative a
ANEURISMA DELL’AORTA TORACICA

------- ° Cos'é l'aneurisma della Aorta Addominale,
------- ° il trattamento chirurgico,
------- ° il rischio operatorio,
------- ° il dopo intervento,
------- ° il periodo postoperatorio


_____________________
-------------------------------------------------

____________________

 

L'operazione
è perfettamente riuscita

il Dr. MILITE
è
un "mago" !!!!


il 7 ottobre sono stato operato
e pur con un bel taglio
di 40 cm... e poi
i tanti punti nell'addome

il 17 ero già a casa
in convalescenza
guarito !!!

Un grazie
al Primario
e a tutto il suo staff
dottori e infermieri
per la professionalità, l'umanità e le competenze dimostrate

Franco

 

all'esame di controllo
dopo 90 giorni...

* innesco protesico pervio e ben funzionante
* Non abnorme pulsatilità mesogastrica
* Laparatomia ben consolidata
all'indagine ecografica...
*innesto aortico pervio e ben funzionante
* branche iliache regolarmente pervie,
senza segni di restenosi
* bypass ipogastrici entrambi pervi

 

all'esame di controllo dopo un anno
tutto come sopra tutto bene !!!
il sangue scorre magnificamente, senza ostacoli


Controllo il prossimo anno 2017
quando avrò superato gli 80 anni

----------------------

Controllo anno 2017
tutto OK

-------------------------

insomma la sinfonia della vita per il momento continua ..............

 

Curiosità:

Se al tempo di Einstein ci fosse stato un Dr. MILITE,
il grande fisico si sarebbe salvato.
L'11 aprile 1955, 7 giorni prima di morire,
quando aveva appena sottoscritto la
famosa lettera supplica di Russel
("Facciamo un appello come esseri umani
ad altri esseri umani"
)

per sensibilizzare i grandi della Terra,
sulla pericolosità delle armi atomiche.

Morì il successivo lunedì 18 aprile 1955
alle ore 13.15
poche ore dopo l' improvvisa
rottura dell'aneurisma dell'aorta addominale.


la stessa che sono stato operato io
(.....in tempo).

Il dottore di Einstein, Rudolph Nissen
pur abile nella chirurgia del torace, aveva
in precedenza tentato di intervenire
in un modo piuttosto semplicistico
avvolgendo l'arteria con del cellophane
per evitare la rottura,
ma indubbiamente non fu
all'altezza della situazione.....

.... lui non era il Dr. MILITE

 

VEDI QUESTO SIMPATICO SPOT
PER UNA CAMPAGNA PREVENTIVA > > > > > > > >

---------------------------------------------------------------
Le informazioni fin qui riportate non sono consigli medici.
I contenuti hanno solo fine illustrativo (e sono anche una mia riconoscenza al Dr. Milite).
Però .... il mio suggerimento é: approfondite anche se state bene !!!!


ritorno alla pagina di provenienza con la freccia del return

___________

oppure alla ...

HOME PAGE STORIOLOGIA