ANNO 1993

CRONOLOGIA DELL'ANNO ( 1a PARTE )

 

UN BREVE SOMMARIO DELL'ANNO
POI ANDREMO AI SINGOLI MESI

Il 18 e 19 aprile si vota per otto referendum. In particolare gli italiani si esprimono a larghissima maggioranza a favore del sistema maggioritario per l'elezione del Senato; per (sotto l'effetto emotivo di tangentopoli) * l'abolizione  del finanziamento dei partiti; * abolizione delle nomine bancarie da parte del governo; * la soppressione dei Ministeri del Turismo; * quello dell'Agricoltura; * delle Partecipazioni Statali; * la sottrazioni dei controlli ambientali alle ULS; * l'abolizione delle pene detentive dei consumatori di droga.

----------------------

ECONOMIA - Il 10 Gennaio entra in vigore il mercato unico nei Paesi dell'Europa Comunitaria, mentre il 21 si discute anche di una Unione Monetaria; l'impegno per realizzarla è fissata con molto ottimismo per il 1999.
Ma una tempesta valutaria mette in crisi la Francia, che subito dichiara di voler prima fare una pausa di riflessione sulla moneta unica. 
Anche la stessa Germania ha dei tentennamenti; ma il suo problema non è la crisi ma semmai il suo marco molto forte. Infatti una buona parte dell'elettorato, compresa la Bundesbank, non sono per nulla intenzionati a svalutare il proprio Marco; che é poi quello che temono tutti i tedeschi con l'introduzione della moneta unica europea.
Il traguardo di questa unificazione monetaria sembra allontanarsi sempre di più per il veto di questi due Paesi. Oltre la Gran Bretagna che di Unione Monetaria non ne vuole proprio sapere; non ha proprio nessuna intenzione di rinunciare alla sua Sterlina.

------------------------------

EFFETTO TANGENTOPOLI

POLITICA - La sorpresa politica dell'anno (a fine anno) sono gli effetti dirompenti dello spettacolo televisivo del cosiddetto "processo CUSANI". E' sfilata in aula  tutto il gotha politico coinvolto nel dibattito processuale di uno dei più grandi processi di Tangentopoli.
Il dibattimento reso pubblico viene trasmesso sulle Tv come una telenovela; ed è subito diventato nell'immaginario collettivo un "processo simbolo" di tutta una classe politica ed anche economica del Paese, scivolata lentamente -questa è l'impressione che ne ricavano tutti- in un perverso e incontrollabile intrigo di affari-politica che ha superato ogni limite di tolleranza, e in certi casi anche psicologicamente devastante perfino per gli stessi protagonisti che sono stati coinvolti. Assisteremo a 11 suicidi "eccellenti".

Una pochezza di vedute che ha dimostrato che non c'era  nemmeno più una minima barriera alla serena autocritica. Così assente, che alcuni, giunti al capolinea (colpevoli o presunti colpevoli e perfino innocenti) non hanno avuto tutta quella freddezza e autorevolezza (spesso sprezzante) sempre ostentata in precedenza nella loro professione o nell'ambito politico.
Sono infatti tragiche,  le uscita di scena di certi personaggi coinvolti; fra cui  noti e importanti imprenditori, che, nell'angosciante solitudine interiore e nello sconforto profondo, sono ricorsi  al suicidio, sia fuori che dentro il carcere.

Effetto dirompente immediato anche nell'intero assetto politico. Alle Elezioni comunali delle grandi città la sinistra vince a Roma con il 53,1%, a Napoli col 55,6 a Genova si sale al 59,2 a Venezia col 55,4 a Trieste il 53 per cento. Il MSI pur perdendo, da solo ha contrastato l'avanzata delle sinistre. Dunque il Paese sembra ormai avere solo più due colori : il ROSSO e il NERO.

L'elezione del sindaco a Roma é molto rappresentativa del nuovo elettorato: e  tutti si rendono conto che nella battaglia politica é assente il centro. Quest'ultimo ha fatto tante alleanze, ma è allo sbando; potenzialmente i suoi elettori sono pronti ad approdare in qualche compagine formata da un personaggio che abbia carisma o autorevolezza nel riunire sia gli "orfani" sia i moderati virtuali (gli scettici e gli agnostici) sempre più numerosi.

Non tutti gli effettivi e i potenziali "protestanti" sono disposti a convergere nell'irruente movimento bossiano, che presenta dei programmi radicali, però dai moderati ritenuti alcuni irrealizzabili. Ai più sembrano spesso solo esposizioni folcloristiche, anche se la Lega è da un paio d'anni  la sola forza politica veramente nuova espressa - autonomamente e senza tanti mezzi - dal paese.
In alcune città ha fatto perfino il pieno di voti.

Insomma di fatto, a fine anno, ma solo apparentemente sembra esserci in Italia un bipolarismo abbastanza definito; destra e sinistra.
Ma non é così. In ordine sparso e senza ancora un punto di riferimento ci sono i "randagi" e gli "orfani". Dalle file di ex democristiani, e di ex socialisti, sia gli elettori che i professionisti della politica  -affermano gli opinionisti- c'è  la  netta sensazione che una parte vuole approdare in un porto della sinistra, mentre l'altra così disunita si è già rassegnata al naufragio, regalando così alla sinistra (fra l'altro in un sistema maggioritario) una  "non sconfitta" più che una vittoria.

"Declino del voto ideologico. Roma - La ricerca del Censis mostra anche il declino del voto ideologico: la stragrande maggioranza degli elettori preferisce definirsi ricorrendo alle categorie di destra (16,16), di centro (13,9), di sinistra (19,6),  moderato (10,2),  progressista ( 12,6). Soltanto il 4,4 per cento si definisce comunista e soltanto l'un per cento fascista". (Comun. Ansa)

Ad afferrare questa situazione, é Berlusconi.  Compare lui, il maggior imprenditore televisivo. E nella situazione descritta sopra lui afferma che vi è costretto (per "salvare il Paese").
Se vi sono moderati disuniti e sbandati, significa sinistra vincente. Questa è la sua paura.

Con una sinistra al potere la sua vita sa che diventerebbe durissima. Gli porterebbero via le televisioni e gli negherebbero i crediti bancari per le altre tante numerose attività. Attività che a fine anno ammontano a 12 mila miliardi di fatturato. Ma ha anche una forte esposizione bancaria che a fine anno pubblica "Il Mondo": ammontano a oltre 4.000 miliardi.
Enzo Biagi - in seguito- commenterà ironicamente che Berlusconi si è dimenticato di dire "quale Paese voleva salvare, se l'Italia oppure Arcore, cioè le sue aziende?"

Berlusconi ha già espresso fin dalle amministrative  il suo pensiero nei riguardi della competizione Fini-Rutelli (per carica di sindaco a Roma) apprezzando platealmente il primo.
I commentatori scrivono: "BERLUSCONI ha sdoganato FINI! Berlusconi era socialista con Craxi mentre ora scopriamo che è di destra. Che cosa ha in mente di fare? 

(la cronologia di questi singolari preparativi sono ricostruiti in dettaglio in QUESTE PAGINE > >

A fine anno (il 23 novembre) e all'inizio del prossimo, Berlusconi esce allo scoperto cercando di stringere delle alleanze sia con  AN sia con la Lega di Bossi. Una difficile impresa quella di riunire  e mettere insieme  due forze politiche così diverse; ma la "sua vera squadra" deve ancora nascere, poi si vedrà.

A fine anno non si sa ancora chi dei tre utilizzerà l'altro. 
L'anno 1994 riserva novità, sorprese e grossi colpi di scena.

 

BOSSI INCITA A NON PAGARE LE TASSE
vedi anche

NASCITA DELLA LEGA NORD

 

 Tangentopoli 
imperversa

 

 

NOTIZIE DAI TITOLI DEI GIORNALI O TV
NAZIONALI - INTERNAZIONALI - -SPORTIVI

29 GENNAIO  - Tangenti: informazioni di garanzia a molti parlamentari tra cui Bettino Craxi, Gianni De Michelis e Severino Citaristi

"Milano, Sei informazioni di garanzia a parlamentari sono state emesse dai giudici milanesi di "Mani pulite": per Bettino Craxi, Gianni De Michelis, Paris dell'Unto (PSI), Bruno Tabacci (DC), Giorgio Moschetti e Severino Cotaristin 8DC) (Comun. Ansa 29 gennaio ore 17.09"

"Per Bettino Craxi è la terza informazione di garanzia dei giudici milanesi; De Michelis è inquisito anche per l'inchiesta veneziana sulle tangenti; per Citaristi è la settima informazione (sei dei giudici milanesi, una da quelli veneziani" ( Ib. ore 18.12)

" Roma- Il PSI ha protestato per la perquisizione degli uffici della sede centrale del PSI a Roma, ordinata dalla magistratura milanese" 8Ib ore 18.52)

("L' 11 Febbraio 1994 poi - "Paolo Berlusconi si è presentato alla Guardia di Finanza di Milano, per i fatti nella vendita di immobili al Fondo pensioni Cariplo. (Comunicato Ansa, 11 febbraio, 1994, ore 12.52)

Gennaio -
1   Arresto del boss mafìoso Aldo Madonia in seguito a nuove rivelazioni di pentiti.
2 L'Ocse prevede un'ulteriore crescita della disoccupazione in Italia.
4   Bufera sulla lira: il dollaro sale a 1.512 e il marco a 924 lire.
«Mani pulite»: suicidio del geometra Roberto Spallarossa dell'ospedale San Matteo di Pavia. è il sesto dall'inizio delle inchieste.  Il ministro dell'Intemo Mancino annuncia che la mafìa progettava un attentato al leader della Rete Leoluca Orlando.
5   Il dollaro chiude a 1.534 lire, il marco arriva a quota 938.
8   Secondo avviso di garanzia a Craxi per corruzione e violazione della legge sul finanziamento dei partiti.  Craxi  dichiara: "mi vogliono eliminare dalla scena politica".
9   «Mani pulite» approda a Roma e scattano le manette per un appalto di pulizie all'Ente Eur.
13  41 ipotesi di reato in un fascicolo di 122 pagine: è la richiesta di autorizzazione a procedere contro il segretario socialista Bettino Craxi.
14  Via libera dal Parlamento per 12 autorizzazione a procedere. Tra gli inquisiti l'ex ministro dei Trasporti Carlo Bernini (Dc), il segretario amministrativo della Dc Severino Citaristi e il parlamentare socialista Sisinio Zito. .
15  Catturato nel centro di Palermo Salvatore Riina considerato il numero uno di Cosa nostra e capo della Cupola, dopo 24 anni di latitanza .
17  E' Baldassarre Di Maggio, ex autista del boss dei boss, il pentito che ha consentito la cattura di Riina.
18  Riina respinge tutte le accuse.
Maxi prestito della Cee al governo italiano.
19  Il segretario missino Fini e l'ideologo della Lega Miglio abbandonano per protesta la Bicamerale.
20  Il governatore della Banca d'Italia Ciampi non esclude la possibilità di una manovra aggiuntiva.
Mario Segni si dimette dalla commissione Bicamerale. Il pidiessino Cesare Salvi si dimette da relatore sulla legge elettorale e viene sostituito dal democristiano Sergio Mattarella.
Si comincia ad indagare sulla vicenda Eni-Montedison in seguito ad una dichiarazione di Giacomo Mancini relativamente ad interessi del Psi.
Scoperto il «Conto protezione alla filiale dell'Unione delle Banche Svizzere di Lugano che, secondo un magistrato svizzero, serviva a finanziare il Psi.

23  Torna in Italia dopo una latitanza di 8 mesi il socialista Giovanni Manzi, ex presidente della Sea, espulso da Santo Domingo.
24  Craxi chiede che si apra un'inchiesta parlamentare sul finanziamento di tutti i partiti.
25  La Corte d'appello svizzera decide di liberare il «Conto protezione» dal segreto bancario
26  I magistrati ordinano la perquisizione di casa e ufficio dell'ex presidente della Montedison Giuseppe Garofano.
Martelli rifiuta l'eventuale segreteria del Psi sotto tutela di Craxi.
27  Decollano le inchieste su Enimont e Anas.
28  Agnelli chiede il rinnovamento della politica per risanare l'economia. La Camera approva la nuova legge sull'elezione dei sindaci.
L'ex ministro dei Trasporti Prandini coinvolto nell'inchiesta sull'Anas.
Nuove prove contro Craxi.
29  Perquisizione della sede amministrativa del Psi a Roma. A Milano Giovanni Manzi racconta la spartizione delle tangenti fra Psi, Dc, Pri e Psdi.
Terzo avviso di garanzia. per Craxi, secondo per De Mchelis, settimo per Citaristi.  Le accuse a Craxi riguardano denaro illecito dirottato su diversi conti esteri.
30  Il giudice Gherardo Colombo descrive la mole di lavoro del Palazzo di Giustizia affermando: «qui tutti parlano».
Si costituisce Giorgio Casadei, segretario di De Michelis. Craxi afferma: «l'atmosfera non è di rinnovamento, ma di disfacimento della democrazia».
31  Si costituisce Valerio Bitetto, socialista, ex Anas ed ex amministratore dell'Enel. E' l'arrestato n. 110.

FATTI NAZIONALI
15 gennaio - Mafia: viene arrestato TOTO RIINA, considerato il numero uno di "Cosa Nostra".

FATTI INTERNAZIONALI
1 GEN - Cee: entra in vigore il mercato interno unico europeo.
La Cecoslovacchia si scinde in due repubbliche indipendenti, quella Ceca, con capitale Praga, e quella slovacca, con capitale Bratislava.
3 - Mosca: il presidente russo BORIS  IELTSIN e quello americano GEORGE BUSH firmano lo ''Start 2'' trattato di disarmo che prevede l'eliminazione di 17.000 testate nucleari.
6 - Iraq: Usa, Francia e Gran Bretagna inviano un ultimatum all' Iraq perche' ritiri missili anti-aerei a ridosso del 32/o parallelo. Il 13 aerei alleati colpiscono obiettivi militari iracheni. Il 19 Baghdad annuncia un cessate il fuoco.
15 - Parigi: 130 Paesi firmano la nuova convenzione che proibisce produzione, possesso e impiego delle armi chimiche.
19 - Israele: il Parlamento legalizza i contatti con l' Olp.
20 - Usa: a Washington Bill Clinton giura fedelta' alla Costituzione e diventa il 42/o Presidente degli Stati Uniti.

FATTI SPORTIVI
31 gen - tennis: JIM COURIER e MONICA SELES vincono gli Internazionali d'Australia.

 

FEBBRAIO

" Roma - CLAUDIO MARTELLI  ministro della giustizia si è dimesso". (Comun. Ansa, 10 febbraio, ore 15.34)
" Roma - In un comunicato, il ministro afferma che, apprese dalla stampa notizie del suo coinvolgimento nella indagine sul "Conto Protezione", ha chiesto ai giudici di essere ascoltato. "Ne ho ricevuta risposta - ha detto- il preannuncio di un avviso di garanzia" (Ib. ore 15.41)

"Roma - " Il mio mandato di segretario è oggi formalmente a disposizione". Queste parole sono contenute nelle pagine conclusive della relazione che il segretario del PSI BETTINO CRAXI sta per tenere all'assemblea nazionale (testo anticipato alla stampa) (Comun. Ansa, 11 febbraio, ore 18.00).

" Roma - GIORGIO BENVENUTO è stato eletto segretario del PSI". (Ib. 12 febbraio, ore 17.51)

NOTIZIE DAI TITOLI DEI GIORNALI O TV
NAZIONALI - INTERNAZIONALI - SPORTIVI

FATTI NAZIONALI
3 febbraio - Si dimette il sindaco di Roma, Franco Carraro.
4 - Il tasso ufficiale di sconto scende all' 11,50 per cento. Calera' progressivamente fino all' 8 percento del 21 ottobre.
10 - Il ministro della giustizia, on. Claudio Martelli, si dimette per un avviso di di garanzia per il conto 'Protezione'.
11 - Il segretario del Psi Bettino Craxi si dimette. Il 12 febbraio viene eletto segretario Giorgio Benvenuto. (il 28 maggio sostituito da OTTAVIANO DEL TURCO)
12 - Giovanni Conso e' il nuovo ministro di Grazia e Giustizia.
16 - Si dimette il sindaco di Milano, PIERO BORGHINI.
19 - Si dimettono i ministri GIOVANNI GORIA  (Finanze) e FRANCESCO DEL LORENZO (Sanita').
21 - Rimpasto nel governo AMATO: RAFFAELE  COSTA passa alla Sanita', REVIGLIO alle Finanze. Entrano Beniamino ANDREATTA (Bilancio), Gianfranco CIAURRO  (Affari regionali) e Paolo BARATTA, con competenza sulle privatizzazioni, tolta al ministro dell' Industria GUARINO . Soppresse le Partecipazioni statali.
25 - Tangenti: a Milano e' arrestato GIAMPIERO PESENTI.
25 - Il segretario del Pri, GIORGIO LA MALFA  si dimette dopo un' informazione di garanzia.
25 - Tangenti Enimont: trovato il cadavere di SERGIO CASTELLARI, morto suicida (secondo l' autopsia).
26 - RAUL GARDINi ha ricevuto un avviso di garanzia nell'ambito dell'inchiesta sulla nascita di Enimont.
26 - Il generale LUIGI  FEDERICI e' il nuovo comandante dei carabinieri.
1 marzo - A Milano e' arrestato PRIMO  GREGANTI, ex funzionario del Pci, per il conto svizzero 'Gabbietta'

Febbraio
1   La Cee ricorda al governo italiano di attuare al più presto le azioni correttive per il risanamento economico.
La segreteria del Psi non riesce a raggiungere accordi sul nome dei nuovo segretario.
2   Il vertice della finanziaria agroalimentare dell'Iri approva la divisione della Sme in tre aziende destinate alla privatizzazione.
3   Ottavo avviso di garanzia per Severino Citaristi, quarto per Bettino Craxi e secondo per Paolo Pillitteri.
A Milano il consigliare regionale repubblicano Antonio Savoia tenta il suicidio per timore di essere coinvolto nello scandalo tangenti.
Occhetto illustra alla Camera la sua mozione di sfiducia contro il governo Amato.
Albino Longhi nominato alla direzione del Tgl.
4   Il procuratore di Milano Borrelli dichiara che l'incursione della finanza alla Camera in cerca dei bilanci del Psi è stata solo un equivoco.
La bilancia commerciale chiude in attivo.
5   Il governo Amato ottiene la fiducia con 321 voti contro 255 delle opposizioni.
La Cassazione nega la libertà al dirigente del Sisde Bruno Contrada accusato da quattro pentiti di collusione con cosche mafiose.
6   Scalfaro chiede al governo che si indaghi ancora sulla mancata ricostruzione dell'Irpinia.
Il pentito Francesco Mannoia avrà stipendio e protezione negli Stati Uniti come Tommaso Buscetta in cambio della collaborazione con la giustizia.
7   Si costituisce Silvano Larini latitante da 8 mesi considerato uomo chiave per ricostruire la mappa dei finanziamenti illeciti al Psi.
8   A Isernia una lista che raccoglie la sinistra e i partiti laici sconfigge la Dc che scende dal 61 al 39%.
Ciampi voleva dimettersi a settembre. Piena fiducia al governatore da Giuliano Amato. Si apre la corsa alla successione.
Secondo avviso di garanzia per Antonio Del Pennino e primo per Italico Santoro, entrambi repubblicani, per il caso Enel.
Dopo tredici anni di latitanza, arrestata Rosetta Cutolo, sorella del boss di Ottaviano.
9   Il socialista Silvano Larini rivela di essere l'intestatario del «conto protezione e chiama in causa Craxi e Martelli.
Nel caso Enel spunta anche il nome dell'ex segretario Dc Forlani.
10  Raggiunto da un avviso di garanzia per bancarotta fraudolenta, il ministro della Giustizia Claudio Martelli si dimette dal governo e dal Psi.
11  Travolto da «Mani pulite» Craxi rimette il suo mandato di segretario dopo più di sedici anni all'assemblea socialista. Valdo Spini e Giorgio Benvenuto sembrano gli unici candidati a sostituirlo.
12  L'assemblea socialista elegge Benvenuto segretario con il 56% dei voti. Valdo Spini ottiene il 41%.
L'ex presidente della Corte costituzionale Giovanni Conso viene nominato ministro della Giustizia. Gli altri ministri inquisiti Carmelo Conte, Giovanni Goria e Francesco De Lorenzo per il momento rimangono al loro posto.
Il giudice Di Pietro chiede nuove regole per moralizzare il paese.
13  Avviso di garanzia a Gabriele Cagliari, presidente dell'Eni, per false comunicazioni sociali e peculato.
Avviso di garanzia per tangenti all'ex ministro del Bilancio Paolo Cirino Pomicino.
Altri avvisi di garanzia per la metropolitana romana, per l'Anas e per il cosiddetto «Irpiniagate».
Segni dichiara di voler creare un nuovo partito.
15  Imminenti avvisi di garanzia per tutta l'ex giunta dell'Eni e per Raul Gardini.
L'ex presidente dei Csm Ugo Zilleti in manette per bancarotta.
16  Dal 1970 al 1980 l'Eni costituì fondi neri per rifornire i partiti: 40% a Dc e Psi, 10% a Psdi e Pri.
Raggiunti da avvisi di garanzia i sottosegretari Vito Bonsignore, Dc, e Claudio Lenoci, Psi.
Dopo 395 giorni Giainpiero Borghini si dimette da sindaco di Milano.
17  Interrogato per sette ore a Milano sul «conto protezione» Licio Gelli.
Incarcerata la fedele segretaria di Craxi Vincenza Tomaselli per concorso in corruzione. Altri due avvisi di garanzia per De Michelis: cooperazione ed Enel.
La lira crolla a quota 949 nei confronti del marco.
Ciampi sollecita le banche affinché riducano di due punti il costo del denaro.
18  Previsioni in nero per l'economia.
Rischi di instabilità per il governo dopo che Democrazia cristiana e Partito liberale si oppongono ad un rimpasto desiderato da Amato e il ministro della Sanità De Lorenzo rifiuta di dimettersi.  Delors elogia il governo Amato e parla dei rischi della disoccupazione.
19  Il ministro delle Finanze, Giovanni Goria, e quello della Sanità, Francesco De Lorenzo, si dimettono. Le dimissioni di De Lorenzo causate dagli arresti domiciliari di suo padre accusato di aver intascato una mazzetta di 1 miliardo e 700 milioni.
Tredicesimo avviso di garanzia per Severino Citaristi e primo per Giusi La Ganga per l'ospedale di Asti. La Ganga si dimette da capogruppo del Psi alla Camera.
Arrestato Enzo Carra, ex portavoce di Forlani, per dichiarazioni false e reticenti sull'affare Enimont.
20  Confermato l'arresto di Carra per timore di un inquinamento delle prove.
Avviso di garanzia al presidente del Psdi Antonio Cariglia per concorso in corruzione.
21  Ampio rimpasto del governo: il liberale Raffaele Costa alla Sanità, Franco Reviglio alle Finanze, Nino Andreatta al Bilancio e al liberale Gianfranco Ciaurro alle Politiche comunitarie. Viene creato il dicastero per le privatizzazioni e viene affidato al tecnico Paolo Baratta.
Arrestato Giorgio Medri, ex capo della segreteria del Pri, con l'accusa di corruzione e violazione della legge sul finanziamento dei partiti.
22  Arrestati Francesco Mattioli, direttore finanziario della Fiat, e Antonio Mosconi, amministratore delegato della Toro Assicurazioni, con l'accusa di violazione della legge sul finanziamento ai partiti e corruzione aggravata.
Giuliano Amato dichiara di non voler imporre le dimissioni ai molti sottosegretari raggiunti da avvisi di garanzia.
23  Il governo chiederà il voto di fiducia sul rimpastino ministeriale.
La lira scende ancora rispetto al marco e arriva a quota 970.
L'intera giunta regionale veneta travolta da Tangentopoli. Sparisce Sergio Castellari, ex direttore generale delle Partecipazioni statali.
24  Sale ancora il marco a quota 983 lire.
Conso prepara la soluzione politica per Tangentopoli: patteggiamento della pena, confessione, restituzione dei soldi e interdizione dai pubblici uffici per i corrotti.
25  Lieve recupero della lira. Ciampi rivela che nella crisi dello scorso autunno l'Italia ha rischiato il tracollo finanziario.
Raggiunto da un avviso di garanzia per violazione della legge sul finanziamento pubblico dei partiti, Giorgio La Malfa si dimette da segretario del Pri.
Avviso di garanzia per Lorenzo Necci, amministratore delegato delle Ferrovie e presidente dell'Enimont fra il 1889 e il 1990, e arresti domiciliari per il finanziere Gianpiero Pesenti.
Trovato morto nelle campagne romane Sergio Castellari, ex direttore generale delle Partecipazioni statali.
Il governo fissa per il 18 aprile la data dei referendum.
26  Avviso di garanzia per l'affare Enimont a Raul Gardini e Sergio Cragnotti.
27  Si dice che anche il Pds avrebbe un conto svizzero sul quale si versavano finanziamenti illeciti.
300.000 lavoratori autoconvocati sfilano a Roma in difesa dell'occupazione e contro il governo Amato.
28  Interrogato Umberto Ortolani, finanziere della P2, già condannato a diciannove anni di carcere per il crack del Banco Ambrosiano, sulla vicenda del «conto protezione» e sui rapporti fra Psi e Banco Ambrosiano.

FATTI INTERNAZIONALI
12 FEB - Sudafrica: il governo del presidente Frederik W de Klerk e l' Anc raggiungono un accordo per una cogestione del potere. Il 4 giugno un accordo fra le forze politiche fissa per il 27 aprile '94 le prime elezioni democratiche.
22 - Onu: il Consiglio di Sicurezza approva all' unanimita' la risoluzione per la creazione di un Tribunale internazionale sui crimini di guerra compiuti nella ex Jugoslavia.
28 - Bosnia: comincia l' operazione Usa per paracadutare aiuti umanitari.

FATTI SPORTIVI
7 feb - tennis: muore di Aids Arthur Ashe (49 anni).
11 - sci nordico: a Borovetz (Bulgaria) ANDREAS  ZINGERLE vince l'oro della 20 km ai mondiali di biathlon; il 14 la squadra
azzurra vince la 4 x 7,5 km.
24 - calcio, Usa '94: a Oporto Italia batte Portogallo 3-1.
27 - sci nordico: a Falun, STEFANIA  BELMONDO  vince la medaglia d' oro nei 30 chilometri a tecnica libera; MANUELA DI CENTA  e' seconda. Il 23, la Belmondo ha vinto l' oro nella combinata.

FINE FEBBRAIO

MARZO

a1995d.jpg (7662 byte)

"

Atti d'accusa della Procura di Palermo. - DOSSIER ANDREOTTI -  Doc.IV, n. 102. - Domanda al Presidente del Senato per l'autorizzazione a procedere contro il senatore Giulio Andreotti, n. a Roma il 14.1.1919.   27 marzo 1993, per i reati di cui agli articoli 110 e 416 del codice penale; e agli articoli 110 e 416 bis del codice penale (associazione per delinquere; associazione di tipo mafioso)
Trasmessa dal Ministro di grazia e giustizia (Conso).


il 27 marzo 1993
PROCURA DELLA REPUBBLICA - TRIBUNALE DI PALERMO - DIREZIONE DISTRETTUALE ANTIMAFIA - Il Pubblico ministero, letti gli atti del proc.pen n. 1491/93 N.C. instaurato nei confronti di Andreotti Giulio per i delitti sopra, osserva quanto segue. - PREMESSA....

 

NOTIZIE DAI TITOLI DEI GIORNALI O TV
NAZIONALI - INTERNAZIONALI - SPORTIVI

FATTI NAZIONALI
1 - Terremoto '80: e' arrestato Michele De Mita, fratello dell' on. CIRIACO  DE MITA che il 2 si dimette dalla presidenza della commissione Bicamerale per le riforme istituzionali.
3 - "MANI PULITE" Processo a ENZO CARRA; scoppiano Le polemiche per le manette ai polsi e la gabbia all'imputato, mandate in onda in televisione.
5 - Il Consiglio dei ministri approva provvedimenti per la 'soluzione politica' della vicenda delle tangenti. Il 7 SCALFARO non firma il decreto legge sul finanziamento dei partiti.
7 - Si dimette il ministro dell' Ambiente, CARLO RIPA DI MEANA.
9 - Arrestato il presidente dell' Eni GABRIELE CAGLIARI.
9 - VALDO SPINI riceve la nomina di ministro dell' Ambiente.
10 - L' on.NILDE IOTTI   viene eletta presidente della Bicamerale.
16 - Si dimette il segretario del Pli, on. RENATO  ALTISSIMO.
21 - Carlo Ripa di Meana eletto portavoce nazionale dei Verdi.
21 - Tangenti: il ministro dell' Agricoltura, GIANNI  FONTANA, riceve avviso di garanzia dalla procura di Verona e si dimette.
22 - Alfredo Diana e' il nuovo ministro dell' Agricoltura.
25 - Approvazione definitiva al Senato della legge per l' elezione diretta del sindaco.
26 - GIANNI  DE GENNARO e' il nuovo direttore della Dia: subentra a GIUSEPPE   TAORMINA, nominato segretario generale del Cesis.
27 - Avviso di garanzia della procura di Palermo ad ANDREOTTI per associazione per delinquere e associazione di tipo mafioso.
29 - L' on. CARLO VIZZINI si dimette da segretario del PSDI; viene sostituito da ENRICO FERRI
29 - L' on. MARIO  SEGNI lascia la Dc.
30 - Tangenti: avviso di garanzia per il ministro delle Finanze, FRANCO REVIGLIO, che si dimette dall'incarico.

ALTRI TITOLI DI GIORNALI
1   Arrestato Primo Greganti, funzionario dei Pci, accusato di aver incassato una tangente di 621 mlioni per il partito, poi versati su un conto svizzero.
Arrestato Michele De Mita, fratello di Ciriaco, con le accuse di associazione a delinquere, truffa e falso per la ricostruzione in Irpinia.
2   Ciriaco De Mita si dimette da presidente della Bicarnerale.
Craxi dichiara alla Giunta per le autorizzazioni a procedere di essere vittima di un complotto.
Nonostante squalifiche e declassamenti ad opera di Moody's e di Standard & Poor's, la lira tiene.
3   Ancora scontri sulla soluzione politica per Tangentopoli.
De Mita conferma le sue dimissioni, pur se respinte, dalla Commissione bicamerale.
Si scopre che anche la ricostruzione in Valtellina venne fatta a colpi di mazzette.
4   L'ex portavoce di Forlani Enzo Carra viene condotto in tribunale con le manette ai polsi. Forlani parla di metodi da Gestapo.
Scoperto un conto bancario intestato a Enza Tomaselli, segretaria di Craxi, sul quale furono utilizzati 9 miliardi.
5   Il Consiglio dei ministri vara la soluzione politica per Tangentopoli depenalizzando il reato di finanziamento illecito ai partiti (che velocità!!!!) e prevedendo sanzioni amministrative con la restituzione triplicata delle tangenti e un'interdizione dai pubblici uffici da tre a cinque anni.
6   Forti polemiche sulla soluzione Conso.
Altro avviso di garanzia per l'ex ministro dei Lavori pubblici Gianni Prandini,
7   Il presidente Scalfaro non fìrma i decreti dei governo in materia di Tangentopoli.
Il procuratore capo di Milano Borrelli esprime a nome di tutti i giudici di «Mani pulite» un netto dissenso ai decreti varati dal governo per uscire da Tangentopoli.
In disaccordo con la soluzione politica voluta dal governo, si dimette il ministro dell'Ambiente Carlo Ripa di Meana.
8   Gli studenti della Bocconi fischiano Giuliano Amato e gridano slogan di incitamento ai magistrati di «Mani pulite».
Due anni di carcere senza condizionale a Giuseppe Ciarrapico per l'acquisto della Casina Valadier.
9   Arrestato Gabriele Cagliari, presidente dell'Eni, per aver pagato una tangente di 4 miliardi al Partito socialista.
Due anni di carcere a Enzo Carra per una tangente di 5 miliardi per l'affare Enimont.
La Giunta per le autorizzazioni a procedere della Camera dà il via libera alle richieste dei giudici di Milano nei confronti di Craxi per ricettazione, corruzione e violazione della legge sul finanziamento dei partiti.
Primo Greganti sostiene che i 621 milioni sono suoi, così come il conto Gabbietta.
Il socialista Valdo Spini è il nuovo ministro dell'Ambiente.
10  Tumultuosa seduta al Senato sul decreto Conso; rinnovata la fiducia al governo Amato.
La lira scende a quota 967 nei confronti del marco e a 1.611 nei confronti dei dollaro.
11  I magistrati di «Mani pulite» ipotizzano per Craxi e Martelli il reato di truffa ai danni del Banco Ambrosiano.
La Camera boccia il decreto che sblocca gli appalti pubblici, richiesto a gran voce dall'Associazione nazionale costruttori edili.
12  Scalfaro dichiara che chi incappa nel codice penale deve pagare.
13  L'ex direttore generale dell'Anas Antonio Crespo racconta di file di imprenditori che pagavano tangenti all'ex ministro Prandini portando i soldi in scatoloni e buste della spesa.
Il ministro del Bilancio Andreatta esprime parere favorevole per le privatizzazioni di Enel, Ina, Eni e Stet.
14  Si apre la campagna per i referendum del 18 aprile. Contrari Rete, Msi e Rifondazione comunista. Una parte del Pds dà vita al Comitato del «no alla riforma».
15  Avvisi di garanzia per il segretario liberale Renato Altissimo e per il socialdemocratico Antonio Cariglia nell'inchiesta sull'Enel.
Richiesta di autorizzazione a procedere per l'ex ministro del Mezzogiorno, il Dc Riccardo Misasi, con l'accusa di associazione a delinquere di stampo mafioso e estorsione.
Il neosegretario socialista Benvenuto parla di un passivo del partito di 180 miliardi.
16  Il segretario del Pli Altissimo si dimette.
Il presidente dimissionario dell'Eni Cagliari dichiara di aver ereditato il sistema dei fondi neri per finanziare i partiti, coinvolgendo così il ministro del Bilancio Reviglio, già presidente dell'Eni .
L'Iri chiude il 1992 con una perdita di circa 4.400 miliardi, accumulando debiti per 74.000 miliardi.
17  Reviglio nega ogni coinvolgimento nella gestione dei fondi neri dell'Eni.
I magistrati romani accertano l'esistenza di un conto svizzero sul quale venivano versate le tangenti all'ex ministro Prandini.
18  Avviso di garanzia per favoreggiamento a Vmcenzo Muccioli, fondatore della Comunità di San Patrignano.
Giuseppe Ciarrapico e Mauro Leone accusati di associazione a delinquere finalizzata alla truffa e di falso in bilancio per lo scandalo Safim Italsanità.
La Camera concede l'autorizzazione a procedere per voto di scambio per il ministro liberale Francesco De Lorenzo, per il socialista Giulio Di Donato e per il democristiano Alfredo Vito.
19  Arrestato Attilio Bastianini, vice segretario del Pli, con l'accusa di corruzione aggravata e violazione della legge sul finanziamento ai partiti.
La Confindustria chiede e il governatore della Banca d'Italia nega un  calo dei tassi di interesse.
21  Accusato di concorso in ricettazione e violazione della legge sul finanziamento dei partiti si dimette Gianni Fontana, ministro dell'Agricoltura. E' il sesto ministro dimissionario del governo Amato.  Si costituisce Giuseppe Ciarrapico.
22  Il tasso tendenziale annuo di inflazione si attesta al 4,2%, contro il 4,4% di quello tedesco.
L'ex presidente della Confagricoltura Alfredo Luigi Diana nominato  ministro dell'Agricoltura.
Per i fondi neri dell'Assolombarda indagati Renato Altissimo e Egidio Sterpa del Pli e Antonio Del Pennino e Girolamo Pellicanò del Pri.
23  I conti pubblici rivelano uno sfondamento di 18.000 miliardi rispetto alle previsioni.
24  Comincia l'inchiesta sulla Tangentopoli napoletana. Perquisite le sedi di tutti i partiti, ad eccezione di verdi e radicali.
L'ex sindaco di Palermo Vito Ciancimino avrebbe cominciato a collaborare con la giustizia.
Anche l'abolizione dell'intervento straordinario nel Mezzogiorno fra i quesiti referendari.
25  Il Parlamento approva il sistema maggioritario e l'elezione diretta del sindaco per i comuni fino a 15.000 abitanti.  Riserva del 30% dei posti nelle liste per le donne.
Arrestato nell'ambito dell'inchiesta sulla cooperazione con i paesi in via di sviluppo l'ambasciatore Giuseppe Santoro.
La lira tocca quota 982 rispetto al marco e 1.604 rispetto al dollaro.
26  Sotto inchiesta 17 parlamentari napoletani, fra i quali Scotti, Pomicino, De Lorenzo e Galasso, per tangenti sulla ricostruzione post-terremoto e sui Mondiali del 1990.
27  Clamoroso avviso di garanzia per Giulio Andreotti accusato da sei pentiti di concorso in associazione di stampo mafioso: il leader Dc sarebbe il garante di un patto politico-mafioso.
Il sindaco di Napoli Nello Polese finisce in manette. Il pentito Pasquale Galasso accusa Antonio Gava di far parte della camorra.
28  La magistratura napoletana accusa Antonio Gava, già ministro dell'Interno, di associazione camorristica.
29  Mario Segni abbandona la Dc denunciando che «il tentativo di riformare questo partito dall'interno è senza speranza». Il segretario Dc Martinazzoli replica «è finito il tormentone».
L'ex presidente della prima sezione penale della Corte di cassazione, Corrado Carnevale, accusato di associazione mafiosa da alcuni pentiti per aver deliberatamente annullato sentenze di condanna ai boss mafiosi.
Il segretario del Psdi Carlo Vizzini si dimette non essendo più in grado di provvedere al sostentamento materiale del partito.
30  Il ministro delle Finanze Franco Reviglio si dimette dopo aver ricevuto un avviso di garanzia nell'inchiesta sui fondi neri dell'Eni.
31  Amato dichiara preoccupato che c'è il rischio di elezioni anticipate senza una nuova legge elettorale.
Concessi al numero tre della Fiat Francesco Paolo Mattioli gli arresti domiciliari dopo 38 giorni di detenzione.

FATTI INTERNAZIONALI
7 MAR - Afghanistan: i leader delle principali fazioni rivali nel paese firmano un accordo di pace.
28 - Francia: i partiti di centrodestra vincono le elezioni politiche. EDOUARD   BALLADUR  e' nominato primo ministro.
31 - Bosnia: il Consiglio di sicurezza dell' Onu approva la risoluzione con cui autorizza l' uso della forza per far
rispettare la zona di ''non volo'' in Bosnia.

FATTI SPORTIVI
12 mar - pallavolo: ad Atene il Messaggero Ravenna vince la Coppa dei Campioni.
14 - atletica: GENNARO DI NAPOLI vince i 3.000 m. ai mondiali indoor di Toronto.
18 - basket: la Philips Milano vince la Coppa Korac.
20 - ciclismo: MAURIZIO  FONDRIEST  vince la Milano-Sanremo, secondo GELFI, terzo SCIANDRI.
24 - calcio, Usa '94: Italia batte Malta 6-1.
25-28 - sci alpino: ad Are (Svezia) MARC GIRARDELLI  e ANITA WATCHER  vincono la Coppa del Mondo.
26-28 - tennis, Coppa Davis: Italia batte Brasile 4-1.

FINE MARZO

 

APRILE

" Roma - Il governatore della Banca d'Italia, CARLO AZEGLIO CIAMPI. ha accettato l'incarico di formare un nuovo governo affidatogli dal presidente Scalfaro nel corso di un incontro di 30 minuti al Qurinale" (Comunic. Ansa, 26 aprile, ore 18.36)

" Roma- Dopo solo 55 ore senza trattative con i partiti, Carlo Azeglio Ciampi ha formato il nuovo governo. Entrano per la prima volta ministri del PDS e dei Verdi insieme a Dc, Pri, Psi, Psdi, Pli". (Ib. 28 aprile, ore 15.56)

La Camera voterà la fiducia a Ciampi con 309 sì, 60 no e 185 astenuti. A favore la Dc, Psi, Pli, Psdi, lista Pannella. Contro il Ms.Dn e Rifondazione comunista; astenuti Pds, Lega Nord, Pri, Verdi, Gruppo misto.

LA CAMERA SALVA CRAXI - "Roma - Per BETTINO CRAXI la Camera ha concesso l'autorizzazione a procedere per l'ipotesi di corruzione, limitatamente a Roma, e per la violazione della legge sul finanziamento dei partiti.
Respinta l'ipotesi di corruzione a Milano e di ricettazione sia a Roma che a Milano; respinta anche la richiesta di perquisizione" 8Ib. 29 aprile, ore 20.09)

Dopo le votazioni per protesta i Verdi abbandonano il governo (il neoministro dell'ambiente  FRANCESCO RUTELLI ha annunciato che si dimetterà).  Il PDS ha annunciato per lo stesso motivo che non sosterrà il governo.

Proteste anche in altri ambienti; la stampa di un certo settore è impietosa. (Vedi

 

NOTIZIE DAI TITOLI DEI GIORNALI O TV
NAZIONALI - INTERNAZIONALI - SPORTIVI

FATTI NAZIONALI
2 aprile - Abolito l' intervento straordinario nel Mezzogiorno.
5 - Avviso di garanzia all' ex segretario Dc ARNALDO FORLANI.
7 - RENATO CURCIO  esce dal carcere di Rebibbia in semiliberta'.

18 - Si svolgono le votazioni per gli otto referendum: per il sistema maggioritario per l'elezione al Senato.  I si' sono l'82,7%, i no il 17,3%; aboliti anche il finanziamento pubblico dei partiti e ministeri dell' Agricoltura, del Turismo, delle Partecipazioni statali.

22 - Si dimette il governo AMATO.
23 - Muore l' ex governatore della Banca d' Italia GUIDO CARLI.
28 - CARLO AZEGLIO CIAMPI forma il nuovo governo: entrano il Pri e, per la prima volta, il Pds e i Verdi.
29 - Tangenti: la Camera concede l' autorizzazione a procedere contro l' on. BETTINO CRAXI   per violazione della legge sul finanziamento pubblico dei partiti e per corruzione a Roma; ma nega quella per corruzione a Milano.

29 - Per protesta contro il voto su Craxi si dimettono il ministro dell' Ambiente, FRANCESCO RUTELLI  (Verdi), e i tre ministri del Pds AUGUSTO BARBERA (Rapp. col Parlamento), VINCENZO VISCO (Finanze) e LUIGI  BERLINGUER  (Universita').
30 - ENRICO  FERRI  e' il nuovo segretario nazionale del Psdi.

 

ALTRI TITOLI E SOTTOTITOLI DI GIORNALI IN APRILE

2   La Democrazia cristiana chiede di indagare su fantomatici personaggi che «avrebbero tenuto contatti con pentiti di mafia e camorra» allo scopo di danneggiare la Dc con false rivelazioni. La Corte di cassazione decide che la nuova legge sui sindaci non deve essere sottoposta a referendum in quanto «ha innovativamente sostituito la normativa».
3   La procura di Roma chiede l'autorizzazione all'arresto dell'ex ministro dei Lavori pubblici Prandini che avrebbe intascato tangenti per oltre 25 miliardi sugli appalti Anas.
Il ministro del Bilancio Andreatta dichiara l'intenzione di collocare il 51% della Sip sul mercato.
Il democristiano Francesco Tagliamonte eletto nuovo sindaco di Napoli da una maggioranza composta da Dc, Psi e Pli.
4   Il socialista Francesco Carraro rieletto per la terza volta in extremis sindaco di Roma da una maggioranza nella quale sono molti gli inquisiti.
5   Avvisi di garanzia a Giulio Andreotti per violazione della legge sul finanziamento pubblico dei partiti e a Arnaldo Forlani per ricettazione nell'ambito dell'inchiesta Anas.
Si dimettono a Roma i due vice-sindaci Oscar Mammì e Enzo Forcella.
6   La relazione della commissione parlamentare antimafìa rivela collegamenti certi di Salvo Lima con Cosa nostra e solleva pesanti sospetti contro il capo corrente di Salvo Lima, Giulio Andreotti.
7   Altro arresto eccellente nell'inchiesta «Mani pulite»: Giorgio Garuzzo, direttore generale della Fiat Auto.
Il segretario di Amaldo Forlani, Gaetano Amendola, confessa ai giudici di aver consegnato al deputato democristiano le tangenti avute dal direttore generale dell'Anas Antonio Crespo.
La Cassazione dichiara non ammissibile il referendum sull'intervento straordinario nel Mezzogiorno.
In semilibertà Renato Curcio, leader storico delle Brigate rosse che ha scontato 17 anni di carcere su 28 di pena complessiva.
8   Pesanti accuse dei giudici napoletani all'ex ministro dell'Interno Antonio Gava che si sarebbe accordato con la camorra per ottenere la liberazione dell'ex assessore regionale Ciro Cirillo, sequestrato dalle Br.  Rapporti con la criminalità organizzata sono contestati anche all'ex ministro del Bilancio Paolo Cirino Pomicino e ai parlamentari Dc Alfredo Vito e Vincenzo Meo e al socialista Raffaele Mastrantuono.
In carcere per lo scandalo degli aiuti al Terzo mondo l'ambasciatore a Buenos Aires Claudio Moreno.
9   Altre accuse per tangenti al ministro Prandini e nuovo arresto per l'ambasciatore Santoro.
l0  Nuova richiesta di autorizzazione a procedere per l'ex ministro della Giustizia Claudio Martelli, accusato di aver riciclato certificati di deposito rubati.
Arrestato il presidente dell'Agusta Roberto D'Alessandro, accusato di estorsione continuata per una tangente di due miliardi e mezzo.
11  I pentiti Tommaso Buscetta e Marino Mannola accusano Giulio Andreotti di aver mantenuto rapporti personali con il boss Stefano Bontade.
12  Secondo Mannoia, Andreotti incontrò Bontade nel 1979 per pianificare l'eliminazione del giornalista Mino Pecorelli e del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa.

Segni chiede agli elettori almeno il 60% dei voti per il quesito sul sistema elettorale del Senato.
13  L'ex consigliere d'amministrazione dell'Enel Valerio Bitetto indica nelle Coop il tramite attraverso cui giungevano finanziamenti illegali al Pci.
Raggiunto dal terzo avviso di garanzia si dimette il sottosegretario al Bilancio, il Dc Vito Bonsignore.
14  Per oltre due ore Andreotti si difende davanti alla commissione per le autorizzazioni e procedere del Senato.
Ordine di custodia cautelare per il finanziere Ferdinando Mach di Palmstein, vicino al Psi, accusato di concussione nell'inchiesta sulla cooperazione allo sviluppo.
Ottaviano Del Turco si dimette da segretario generale aggiunto della Cgil e viene sostituito da Guglielmo Epifani.
15  Chiamato in causa per tangenti anche il senatore socialista Francesco Forte.
Il deficit accumulato dal Comune di Napoli è di 746 miliardi.
Censura del Csm a Martelli invitato a contestare le accuse mossegli piuttosto che i giudici.
16  Si dimette Giuliano Di Bernardo, gran maestro della massoneria del Grande Oriente d'Italia.
Arrestato in Brasile Antonio Salomone, noto boss mafioso siciliano, latitante dall'inizio degli anni '80.
17  Giovanni Agnelli riconosce l'esistenza di «episodi scorretti» nei rapporti tra Fiat e politici italiani e annuncia la piena collaborazione con i giudici milanesi.
Amato annuncia la sua intenzione di recarsi dal capo dello Stato subito dopo i referendum per decidere tempi e modi della crisi di governo.
18  I primi dati sull'affluenza alle urne per i referendum sono i più alti dal 1985 per questo tipo di consultazione.
19  Successo dei «sì» per tutti gli otto i quesiti referendari. Il referendum sul sistema elettorale del Senato approvato con l'83% dei voti; quello per la depenalizzazione per il possesso di stupefacenti approvato con il 55% dei voti.
Positiva risposta dei mercati alla larga vittoria dei «sì» nei referendum.
Dimissionarie la giunta di Roma e quella del consiglio regionale del Lazio.
20  Baldassarre Di Maggio, ex autista di Totò Riina, afferma di aver accompagnato nel settembre del 1988 il boss mafioso, allora latitante, a un incontro con Giulio Andreotti.
Commissariato il consiglio comunale di Roma.
Il pidiessino Claudio Burlando è riconfermato alla guida della giunta di Genova, sostenuto da una maggioranza composita con Pds, Psi, Psdi, Pri, Verdi e Antiproibizionisti.
21  Lungo colloquio fra l'amministratore delegato della Fiat Cesare Romiti e il pool di magistrati di «Mani pulite».
Avviso di garanzia per il ministro della Difesa Salvo Andò indagato per voto di scambio e per legami con il clan mafioso di Nítto Santapaola.
Nuovo avviso di garanzia per corruzione a Claudio Martelli.
Nelle grandi città l'inflazione scende al 4% annuo.
22  Dopo un lungo dibattito in Parlamento il presidente del Consiglio Giuliano Amato si dimette.
La Banca d'Italia riduce di mezzo punto il tasso di sconto che scende all'11%.
Arrestato con l'accusa di concussione l'ex ministro dei Lavori pubblici, il socialdemocratico Emilio De Rose.
23  Con una lunga lettera al «Corriere della sera» Cesare Romiti invita gli industriali a fare piena luce sul sistema delle tangenti «andando dal magistrato e confessando tutto».
All'età di 79 anni muore a Roma l'ex ministro del Tesoro Guido Carli, per quasi quindici anni governatore della Banca d'Italia,
La lira risale a quota 1.483 nei confronti del dollaro e 935 nei confronti del marco.
Il Csm sospende Corrado Carnevale dal suo incarico in Cassazione e dallo stipendio.
25  Il presidente della Repubblica invita le forze politiche a favorire la nascita di un nuovo governo non legato ai partiti per realizzare la riforma elettorale e promuovere la ripresa economica.
26  Il presidente della Repubblica conferisce al governatore della Banca d'Italia Carlo Azeglio Ciampi l'incarico di formare il governo. La procura di Palermo decide di consegnare alla giunta per le immunità parlamentari del Senato gli omissis sugli interrogatori ai pentiti che accusano Andreotti.
27  La Giunta per le immunità parlamentari del Senato dà parere favorevole alla concessione dell'autorizzazione a procedere contro Andreotti.
L'ex presidente dell'Eni Gabriele Cagliari confessa ai giudici di Milano di aver versato tangenti per 26 miliardi a Dc e Psi.
28  Il primo presidente dei Consiglio non parlamentare della storia della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, presenta la lista dei ministri del suo governo. Sono 24, di cui 9 tecnici e 3 ministri dei Pds. La maggioranza si allarga anche a Pri e Verdi.
Coinvolto nell'inchiesta sulle tangenti delle Ferrovie dello stato l'ex segretario amministrativo del Pci Renato Pollini.
La Corte dei conti boccia gli interventi decisi dal ministero degli Esteri verso i paesi in via di sviluppo dal 1982 al 1987.
Il consiglio d'amministrazione dell'Iri approva il programma di ristrutturazione dell'Ilva.
29  La Camera dei deputati nega per 4 volte l'autorizzazione a procedere contro Craxi e la concede soltanto per violazione della legge sul finanziamento al partiti e corruzione richieste dalla Procura romana. I giudici di Milano decidono di presentare ricorso alla Corte costituzionale.
A seguito del voto della Camera si dimettono i tre ministri del Pds e il verde Francesco Rutelli, ministro dell'Ambiente. Le opposizioni reclamano elezioni anticipate.
Si costituisce il direttore generale della Fiat Giorgio Garuzzo insieme all'amministratore delegato della Fiat Avio Paolo Torricelli. Avviso di garanzia al deputato democristiano Giuseppe Santonastaso accusato di concussione per gli appalti dell'aeroporto di Capodichino.
30  Manifestazioni di protesta in tutta Italia contro il voto della Camera su Bettino Craxi.
Il caso Craxi si fa sentire anche in borsa deprezzando la lira.
Si costituisce il manager della Fiat Avio, Mauro Bertini, l'ultimo dei quattro dirigenti del gruppo torinese ancora latitante.

FATTI INTERNAZIONALI
3 APR - Canada: a Vancouver si svolge il primo incontro tra il presidente Usa BILL CLINTON e quello russo BORIS IELTSIN.
17 - Turchia: muore il presidente della repubblica TURGUT OZAL .
25 - Russia: referendum, il presidente IELTSIN ottiene la fiducia alla sua leadership e sulla sua riforma economica.

FATTI SPORTIVI
14 apr - calcio, Usa '94: a Trieste, Italia batte Estonia 2-0.
17 - ginnastica: JURI  CHECHI  vince il mondiale negli anelli.

FINE APRILE

 

 

 

L'Indipendente, 30 aprile,1993 

Botta e risposta

(Assolto - Il gesto é eloquente!)

E qualcuno commenta così!

 

 

 

 

"Hanno    vinto    i ladri"

.

"COSI' E' STATO ASSOLTO:  ( "Allegria!"...."siamo in un Paese, peggio che sudamericano, a questo punto"

"Scandalo alla Camera. I deputati hanno assolto Craxi....."

"Parlamento della malavita"

"La realtà supera ogni losca immaginazione"

MAGGIO

" Roma - Il Senato ha concesso l'autorizzazione  a procedere contro il senatore  GIULIO ANDREOTTI per l'ipotesi di associazione per delinquere di stampo mafioso. Anche Andreotti ha votato a favore". (Comun. Ansa, 13 maggio, ore 14,17)

" Roma - Il senatore Giulio Andreotti è stato sentito, su sua richiesta, dal procuratore della repubblica di Roma, Vittorio Mele, in relazione all'inchiesta sull'omicidio di MINO PECORELLI, trovato morto il 20 marzo 1979. Secondo il "pentito" BUSCETTA, Pecorelli sarebbe stato ammazzato dalla mafia "per far piacere" a Andreotti" (Comunic. Ansa. 26 maggio, ore 19.56)

 

 

NOTIZIE DAI TITOLI DEI GIORNALI O TV

FATTI NAZIONALI
4 maggio - CIAMPI  rimpasta il governo con PAOLO BARILE, LIVIO PALADIN, FRANCO GALLO e UMBERTO COLOMBO.
4 - ANTONIO FAZIO  e' il nuovo governatore della Banca d'Italia.
12 - Tangenti: e' arrestato FRANCO NOBILI, presidente dell' Iri.
13 - Concessa l' autorizzazione a procedere per il sen. GIULIO  ANDREOTTI  per associazione per delinquere di stampo mafioso.
14 - Un' autobomba esplode nel quartiere Parioli a Roma: 21 feriti (una donna anziana morira' dopo qualche giorno per lo spavento), All'attentato scampa per poco MAURIZIO COSTANZO.
15 - PIETRO  INGRAO lascia il Pds.
18 - Tangenti: a Milano si costituisce DAVIDE GIACALONE, ex collaboratore del ministro delle Poste Oscar  Mammi'.
18 - Mafia: arrestato Benedetto 'Nitto' Santapaola.
20 - Si dimette il segretario del Psi, GIORGIO BENVENUTO.
20 - L' assemblea dell' Iri nomina presidente ROMANO PRODI.
23 - A Brescia archiviata l'inchiesta sulla strage di piazza della Loggia. Restano i misteri!
27 - Un' autobomba esplode in via dei Georgofili a Firenze: cinque morti, 29 feriti e danni agli Uffizi.
27 - Tangenti: avviso di garanzia per l' ex ministro CLAUDIO VITALONE, ordine di custodia cautelare per il fratello Wilfredo.
28 - RAFFAELE COSTA viene  eletto segretario del Partito Liberale.
28 - OTTAVIANO DEL TURCO  e' il nuovo segretario del Psi.

ALTRI TITOLI E SOTTOTITOLI DI GIORNALI

Maggio
1   I vertici di Cgil, Cisl e Uil celebrano la festa del lavoro e invitano il governo a varare al più presto la riforma elettorale per andare a elezioni anticipate.
3   Andreotti annuncia di rinunciare all'immunità parlamentare per consentire ai giudici di Palermo di indagare su di lui.
Avviso di garanzia per l'ex ministro socialista Rino Formica accusato di aver preso tangenti per gli appalti al porto di Manfredonia. Andrea Manzella, professore di diritto costituzionale alla Luiss di Roma, è nominato segretario generale della Presidenza dei consiglio, incarico che aveva già ricoperto nei governi Spadolini e De Mta.
4   Rimpasto: il presidente del Consiglio sostituisce i quattro ministri dimissionari, nominando Paolo Barile ministro per i Rapporti con il Parlamento, Livio Paladin ministro per le Politiche comunitarie, Franco Gallo ministro delle Finanze, Umberto Colombo ministro per la Ricerca scientifica, e Valdo Spini torna al ministero dell'Ambiente.
Il consiglio superiore della Banca d'Italia nomina Antonio Fazio nuovo governatore.
Il Psi sostituisce 11 membri della direzione inquisiti.
5   Il presidente dei Consiglio completa l'organico del nuovo governo con la nomina di 36 sottosegretari. Venti sono Dc, dieci Psi, tre Psdi e tre Pli.
Senato e Camera modificano il loro regolamento per votare in modo palese su tutte le autorizzazioni a procedere.
Il consiglio d'amministrazione dell'Iri approva il progetto di cessione della Sme.
6   Ciampi dichiara che la riforma elettorale è l'impegno programmatico prioritario del governo. No al congelamento di Bot e titoli di stato, si alle privatizzazioni.
Arrestati a Napoli per corruzione Antonio e Lucio Pomicino, fratelli di Paolo, ex ministro del Bilancio.
Accordo fra il gruppo siderurgico Falck e i sindacati su più di mille esuberi previsti per il 1993.
7   La Camera vota la fiducia al governo Ciampi: 309 sì di Dc, Psi, Psdi e Pli, 185 astenuti di Pds, Verdi, Pri e Lega nord, e 60 no di missini e Rifondazione.
Formalmente indagato per abuso di atti di ufficio il presidente dell'lri Franco Nobili.
8   Mario Segni annuncia la presentazione di una lista di Alleanza democratica alle prossime elezioni politiche.
Avviso di garanzia all'ambasciatore italiano a Varsavia, Giuseppe Balboni Acqua, per abuso di atti di ufficio nell'inchiesta sulla cooperazione allo sviluppo.
9   Massimo D'Alema rifiuta a nome del Pds l'invito di Segni a confluire in Alleanza democratica.
10  Raffica di arresti a Milano e a Roma per le tangenti alle Fs. Aumenta il deficit dell'Enichem.
11  Arrestato Renato Pollini, ex segretario amministrativo del Pci per corruzione e violazione della legge sul finanziamento ai partiti.
Il consiglio d'amministrazione della Fiat approva il nuovo codice etico che regolerà i rapporti dei dipendenti Fiat con gli interlocutori pubblici.
Anche l'università «La Sapienza» di Roma entra nell'inchiesta tangenti.
12  11 presidente dell'Iri Franco Nobili arrestato con l'accusa di corruzione e violazione della legge sul finanziamento ai partiti.
Con 162 voti a favore, 50 astenuti e 36 contrari, 9 governo Ciampi ottiene la fiducia anche del Senato.
13  Via libera del Senato all'autorizzazione a procedere per associazione a delinquere di stampo mafioso nei confronti di Giulio Andreotti.
Avvisi di garanzia per fi ministro dell'Ambiente, il socialista Valdo Spini, e per l'ex ministro del Commercio estero, Claudio Vitalone, nell'inchiesta sulla cooperazione allo sviluppo.
14  Un'auto bomba nel quartiere Parioli causa decine di feriti e danni per miliardi.
Avviso di garanzia all'ex segretario del Psdi Carlo Vizzini che avrebbe intascato tre miliardi e mezzo per facilitare la concessione di appalti da parte dell'Azienda telefonica di stato.
15  Il Consiglio dei ministri nomina Romano Prodi presidente dell'Iri, incarico che aveva già ricoperto dal 1982 al 1989.
Ingrao lascia il Partito democratico della sinistra.
17  Il presidente dell'Olivetti Carlo De Benedetti ammette di aver dovuto pagare tangenti per decine di miliardi a Dc e Psi per ottenere commesso dal ministero delle Poste e dall'Azienda telefonica di stato.
Arrestati i massoni dirigenti del Monte dei Paschi di Siena per aver incassato tangenti da un imprenditore in cambio di finanziamenti.
18  La polizia arresta a Catania Nitto Santapaola, numero due di Cosa nostra, latitante da 11 anni.
19  La Fiat acquista il 51% del capitale della Maserati.
La procura di Verona emette quindici ordini di custodia cautelare nei confronti di esponenti politici locali e amministratori delle Usl.
20  Giorgio Benvenuto si dimette da segretario del Partito socialista in seguito a contrasti con la vecchia dirigenza del partito.
Avvisi di garanzia ai deputati socialisti Bruno Landi, Raffaele Rotiroti, Agostino Marianetti e al senatore Dc Giorgio Moschetti per gli appalti all'Università La Sapienza.
Nove magistrati napoletani inquisiti per aver aiutato con le loro sentenze esponenti della camorra.
21  Il governo vara la manovra finanziaria per recuperare 12.500 miliardi.
Avvisi di garanzia per il repubblicano Oscar Mammì, ex ministro delle Poste e per la socialdemocratica Vincenza Bono Parrino, ex ministro dei Beni culturali. Per entrambi l'accusa è ricettazione e violazione della legge sul finanziamento ai partiti.
L'inflazione di maggio tocca il 4%, la quota più bassa dall'ottobre del 1969.
22  Avviso di garanzia per ricettazione e violazione della legge sul finanziamento ai partiti all'ex segretario repubblicano Giorgio La Malfa.
23  A un anno dall'attentato che ne provocò la morte, centomila persone commemorano a Palermo Giovanni Falcone, la moglie e gli uomini della scorta.
24  L'amministratore delegato della Fiat Cesare Romiti sotto inchiesta per concorso in corruzione e violazione della legge sul finanziamento ai partiti.
Due avvisi di garanzia per concussione al socialista Giusi La Ganga.
25  Avvisi di garanzia per concussione aggravata relativamente alla ricostruzione post terremoto in Campania per Ciriaco De Mita e Elveno Pastorelli, direttore generale della protezione civile.
Arrestato Corrado Ferlaino, presidente del Napoli Calcio, per aver pagato tangenti per aggiudicarsi appalti nell'ambito dei Mondiali del 1990.
26  Indagato Giulio Andreotti per concorso in omicidio del giornalista Mino Pecorelli, ucciso nel 1979.
27  Un'auto bomba uccide a Firenze cinque persone.
Il relatore della commissione Bicamerale, il Dc Sergio Mattarella, presenta alla Camera il testo base di discussione per la riforma elettorale.
Il presidente della Confindustria Luigi Abete propone un grande contratto sociale per creare 500.000 posti di lavoro in due anni.
28  la direzione del Psi elegge alla segreteria Ottaviano Del Turco, quella del Pli Raffaele Costa, ministro dei Trasporti.
Si fa strada l'ipotesi che ad organizzare gli attentati di Roma e Firenze sia stata la mafia con l'aiuto di frange dei servizi segreti deviati.
29  Il questore di Palermo Matteo Cinque, accusato di complicità con la camorra dal pentito Pasquale Galasso, viene trasferito.
31  Crollo di Dc e Psi nelle elezioni in Valle D'Aosta.
Avviso di garanzia per concussione all'ex ministro del Lavoro il democristiano Franco Marini.
Prime "considerazioni finali" sullo stato dell'economia italiana del neogovernatore della Banca d'Italia Antonio Fazio.

FATTI INTERNAZIONALI
1 MAG - Sri Lanka: un attentatore suicida uccide il presidente della repubblica Ranasinghe PREMADASA.
20 - Venezuela: la Corte suprema incrimina il presidente Carlos Andres PEREZ per corruzione e peculato.
24 - Eritrea: e' proclamata l' indipendenza della Repubblica.
23 - Cambogia: organizzate dall' Onu, si svolgono le elezioni per l' Assemblea costituente.

FATTI SPORTIVI
1 mag - calcio, Usa '94: a Berna, Svizzera batte Italia 1-0.
8 - basket: la Knorr Bologna vince il campionato italiano.
8 - pallavolo: la Maxicono Parma vince lo scudetto.
9 - tennis: Conchita MARTINEZ e Jim COURIER (il 16) vincono gli Internazionali d'Italia.
12 - calcio: Parma batte Anversa 3-1 e vince la Coppa delle Coppe.
19 - calcio: a Torino Juventus batte Borussia Dortmund 3-0 e vince la coppa Uefa (andata 3-1).
26 - calcio: a Monaco di Baviera, Olympique di Marsiglia batte Milan 1-0 e vince la Coppa dei Campioni.
29 - rugby: la Cha.diolanum  a Milano vince lo scudetto.

 

GIUGNO

 

 Il 27 GIUGNO
SERGIO GARAVINI si dimette dalla carica di segretario di Rifondazione Comunista,
al suo posto  il sindacalista
FAUSTO BERTINOTTI

 

NOTIZIE DAI TITOLI DEI GIORNALI O TV
NAZIONALI - INTERNAZIONALI - SPORTIVI

FATTI NAZIONALI
2 giugno - A Roma, in via dei Sabini, vicino a Palazzo Chigi, un' autobomba viene disinnescata dagli artificieri.
2 - Mafia: arrestato Giuseppe Pulvirenti, detto "'u Mappassotu'".
6 - Oltre 10,5 milioni di elettori votano per per la prima volta con la nuova legge per le elezioni amministrative.
7 - Arrestato l' ex ministro CLELIO DARIDA (Dc).
8 - UGO PECCHIOLI (Pds) e' il nuovo presidente del Comitato parlamentare per i servizi di sicurezza e il segreto di Stato.
9 - La procura di Roma chiede l' autorizzazione a procedere contro ANDREOTTI  per l' inchiesta per l'omicidio del giornalista MINO PECORELLI.
20 - Ballottaggio elezioni amministrative: FORMENTINI  sindaco a Milano, CASTELLANI   a Torino, Enzo BIANCO a Catania, sindaci Pds a Ravenna, Siena, Ancona, Grosseto.
25 - Maurizio BROCCOLETTI  (Sisde) arrestato per peculato.
27 - SERGIO GARAVINI si dimette da segretario di Rif. comunista.
29 - Nominati i consiglieri di amministrazione della Rai.
30 - Si all' autorizzazione a procedere contro il senatore a vita Giulio ANDREOTTI nell'inchiesta per  l' omicidio di MINO PECORELLI.

ALTRI TITOLI E SOTTOTITOLI DI GIORNALI

Giugno
1   Sigilli al ministero delle Poste per lo scandalo sulla spartizione delle frequenze TV.
Ordini di arresto per concussione per tutti i componenti dell'ex giunta provinciale di Catania.
Si chiude con un disavanzo di 4.146 miliardi il bilancio 1992 dell'Ente Ferrovie.
2    I carabinieri scoprono e disinnescano un'auto bomba in pieno centro storico a Roma.
Indagato l'amministratore delegato dell'Ifi Gianluigi Gambetti.
I carabinieri arrestano a Catania il boss mafioso Giuseppe Pulvirenti, latitante da 11 anni, considerato successore di Nitto Santapaola.
Si dimette il provveditore generale del Monte dei Paschi di Siena Carlo Zini, già colpito da avviso di garanzia per corruzione.
3   Si costituisce Salvatore Randi, amministratore delegato dell'Italtel accusato di corruzione.
Secondo avviso di garanzia con l'accusa di concussione per il deputato del Psi Giuseppe Garesio.
Dopo otto anni di profitti tornano in rosso i conti dell'Eni.
4   Il presidente del Consiglio Ciampi nomina un comitato di ministri per riformare la legge Mammì.
Mediobanca, Comit, Credit, Banco di Roma e San Paolo di Torino incaricate di definire e attuare il riassetto finanziario del gruppo Ferruzzi.
Giro di cambiamenti ai vertici dei servizi segreti.
6   Crollo delle forze di governo nel primo turno delle elezioni amministrative che coinvolgono 11 milioni di elettori.
7   Crollo della Dc che tiene solo al sud, Psi decimato, buon successo del Pds e della Rete, trionfo della Lega nelle prime elezioni dirette dei sindaci.
8   Scontro sul costo del lavoro dopo il no di Luigi Abete alla doppia contrattazione.
Avviso di garanzia per Fabiano Fabiani, amministratore delegato della Finmeccanica.
9   Nuova richiesta di autorizzazione a procedere per Andreotti con l'accusa di essere stato il mandante dell'omicidio di Pecorelli, ucciso perché sapeva troppo sul caso Moro.
Crollo in borsa dei titolo Ferfin.
10  La Commissione affari costituzionali della Camera boccia il sistema elettorale a doppio turno sostenuto da Mario Segni, dal Pds, dal Pri e dal Pli. Prevale il turno unico sostenuto da Dc, la maggioranza del Psi, Lega, Msi, Rete e lista Pannella.
Al congresso dell'Associazione nazionale magistrati Di Pietro propone «incentivi» alla collaborazione processuale e «provvedimenti al fine di consentire la ripresa delle attività delle imprese secondo regole di trasparenza».
11  Ciampi sottrae al ministro delle Poste, il socialdemocratico Maurizio Pagani, l'attribuzione delle frequenze televisive e l'affida al sottosegretario alla Presidenza del consiglio, il repubblicano Antonio Maccanico.12  I Giovani industriali chiedono subito la riforma elettorale, dicono no alla gerontocrazia, sì alla moralizzazione e alle privatizzazioni.  Spostata al 15 luglio la consegna del modello 740, mentre resta ferma al 18 giugno quella per il pagamento.
14  La Lega nord chiede la sospensione del ballottaggio a Torino per brogli elettorali.
Crollano i titoli Ferruzzi in borsa e viene annunciata la vendita della Fondiaria.
15  Ancora polemiche sul modello 740.
16  L'aula della Camera boccia gli emendamenti favorevoli al doppio turno.
Le banche soccorrono la Ferruzzi.
17  Scalfaro afferma che la complessità del modello 740 è dovuta alla «bravura di quattro tecnici lunari».  Il Parlamento approva la proroga al 15 luglio per la presentazione dei modelli e l'abbattimento al 10% delle sanzioni per gli errori formali.
Anche il Senato sceglie il turno unico.  La Camera fissa al 25% la quota di recupero proporzionale.
18  Bossi afferma che Nando Dalla Chiesa è «uomo di Cosa nostra» e che i giudici di Torino sono «delinquenti».
La proprietà della Ferfin passa alle banche.
19  L'ex presidente della Consob Guido Rossi nominato alla presidenza della Ferfin e della Montedison.
Abete dichiara di accettare il mantenimento dei due livelli contrattuali.
20  Marco Formentini vince il ballottaggio su Nando Dalla Chiesa a Milano; a sorpresa Valentino Castellani supera Diego Novelli a Torino.
Anche la Fininvest coinvolta nello scandalo tangenti per la campagna anti-aids.
21  Enzo Bianco sindaco di Catania di stretta misura su Claudio Fava.  Quindici sindaci della Lega al Nord.  Affermazione del Pds che  conquista 72 comuni su 145.  Clamorosa sconfitta Dc: solo sette sindaci su 61 ballottaggi.
L'inflazione risale al 4,2%.
22  L'amministratore delegato della Fininvest Fedele Confalonieri accusato di finanziamento illecito ai partiti per una tangente di alcune centinaia di milioni versata all'«Avanti!».
Posta sotto sequestro la casa napoletana di Paolo Cirimo Pomicino, forse comprata con una mazzetta di 4 miliardi.
23  Il costruttore Vincenzo Lodigiani afferma di aver versato cento milioni a un collaboratore della Cisl e di aver concordato un contributo con un funzionario della Ug.
24  Il Senato approva la riforma della Rai.
Duro monito di Ciampi contro chi impedisce l'intesa tra Confindustria e sindacati sul costo del lavoro.
25  Il segretario regionale della Dc veneta Rosy Bindi apre ufficialmente la fase di rinnovamento della Dc.
26  Il ministro degli Esteri Nino Andreatta annuncia controlli sui fondi assegnati dalla Farnesina a Bettino Craxi nel periodo 1990-1991 per la sua attività di rappresentante dell'Onu.
Arrestati due dirigenti del Sisde con l'accusa di peculato.
27  Coro di critiche alla lentezza del processo di privatizzazione.
28  All'apertura del congresso della Cisl D'Antoni si dichiara estraneo alle tangenti che l'imprenditore Lodigiani asserisce di aver versato a Cisl e Uil.
Al processo d'appello sul caso Cirillo, Raffaele Cutolo parla di intrecci fra camorra, politici e servizi segreti.
Scoperto un buco di 320 miliardi nel bilancio della Montedison.
29  I presidenti di Camera e Senato nominano i cinque consiglieri di amministrazione della Rai: il prorettore della Bocconi Claudio Demattè, l'editore Elvira Sefierio, il presidente della Fondazione Palazzo Grassi Feliciano Benvenuti, l'ex presidente della Federazione nazionale stampa italiana Paolo Murialdi e il consigliere dell'Enciclopedia italiana Tullio Gregory.
Ordine di arresto per Vittorio Ghidella, ex amministratore delegato della Fiat Auto e ora presidente della Graziano trasmissioni. Scoperto un altro buco di 118 miliardi nei conti della Montedison.
30  Il presidente del Consiglio stabilisce con una direttiva che entro un mese deve essere pronto il calendario delle dismissioni.
La Camera approva la riforma elettorale con un emendamento a sorpresa proposto dal missino Tremaglia sulla concessione del voto agli italiani all'estero.

FATTI INTERNAZIONALI
1 GIU - Guatemala: le Forze armate destituiscono il presidente della repubblica JORGE SERRANO che si rifugia in Salvador.
5 - Somalia: milizie somale uccidono 23 caschi blu del contingente pakistano dell' Unosom. Il 7 l' Onu approva la
risoluzione per l' arresto dei responsabili, fra cui il gen. Mohammad FARAH AIDID.
6 - Spagna: il Partito socialista di Felipe GONZALEZ vince le elezioni ma perde la maggioranza assoluta che deteneva dal 1982.

FATTI SPORTIVI
5 giu - tennis: Steffi Graf e SERGI BRUGUERA (il 6) vincono gli Internazionali di Francia al ROLAND GARROS.
6 - calcio: il Milan vince il campionato di serie A.
9 - atletica: a Roma, ALESSANDRO  LAMBRUSCHINI batte il record mondiale nei 3.000 siepi con 8' 17'' 54.
13 - ciclismo: MIGUEL  INDURAIN (SPA) vince il Giro d'Italia.
19 - calcio: Roma batte Torino 5-2; il Torino vince la Coppa Italia (andata 0-3).
27 - atletica: a Roma la Russia vince la Coppa Europa di atletica maschile e femminile; Italia quinta e ottava.
28 - basket: a Karlsruhe (Germania), Russia batte Italia 95-69. Italia eliminata dagli europei e dalla qualificazione mondiale.
30 - MARIO PESCANTE  e' il nuovo presidente del Coni.

FINE GIUGNO

 

PROSEGUI CON GLI ALTREI 6 MESI DEL 1993 > >

RITORNA CON IL BACK
ALLE TABELLE

< < alla HOME PAGE DI STORIOLOGIA