INDICE GENERALE DEI CAPITOLI
(
seconda parte )

TRENTESIMO CAPITOLO
VENEZIA ASSEDIATA
Eroica resistenza di Venezia. - La sortita di Mestre. - Preparativi del governo provvisorio. - Il 19 aprile gli austriaci incominciano il blocco della città. - Proclama di Radetzky al popolo veneziano. - La mancanza di munizioni e di vettovaglie comincia a farsi sentire. - Prodigi di valore. - Il forte di Marghera cade in mano del nemico. - L'Assemblea rinnova il giuramento del 2 aprile di resistere ad ogni costo. - Offerte dell' Austria per bocca dei ministro De Bruck ai commissari veneti.

TRENTUNESIMO CAPITOLO
LA TRAGICA RESA DI VENEZIA
Prodezze e morte del Rosaroll. - Il nemico avanza bombardando la città. - Cosenz. - La batteria "Rosaroll" caduta in mano al nemico è presto ripresa. -- I palloni-bombe.
Sortita di Chioggia. - Ultimi e supremi sacrifici
L'onore è salvo. - Non vincitori gli austriaci, ma il colera e la fame. - I costi.

TRENTADUESIMO CAPITOLO
L'ANNO 1850
La reazione e la rivoluzione. - L'Inghilterra. - Gli italiani discordi nei mezzi per divenire nazione. - Gli esuli. - I prigionieri. - Mazzini e la stampa clandestina. - Il Piemonte terra di rifugio. - Posizione sua difficile. - Il marchese Massimo d'Azeglio. - Il conte Benso di Cavour. - Prima lotta con la Chiesa. - Morte di Pietro Santa Rosa. - Vittorio Emanuele e Giorgio Pallavicino.

TRENTATREISIMO CAPITOLO
CONGIURE, PROTESTE, PROCLAMI
Mazzini e i principali uomini della democrazia con la stampa e con le congiure preparano l'Italia a nuova e decisiva lotta. - Influenza delle dottrine di Carlo Cattaneo. - Sintomi annunciatori del colpo di Stato in Francia. - Mazzini firma in Londra il proclama ai popoli del comitato centrale democratico europeo. - Quest'atto, accolto favorevolmente dall'universalità degli italiani suscita ire e proteste. - Condanne politiche a Padova e a Rovigo. - Feroci rappresaglie e vendette del Governo restaurato nella Romagna e nello stato pontificio. - Fucilazione d'Antonio Sciesa in Milano e impiccagione di Luigi Dottesio in Venezia. - La congiura di Mantova e i martiri di Belflore. -
Il colpo di stato in Francia giudicato da Carlo Cattaneo.

TRENTAQUATTRESIMO CAPITOLO
LA CONGIURA DEL 6 MARZO '53 A MILANO
Tendenze reciproche del governo piemontese e dell'uomo del 2 dicembre. - Espulsione di cospiratori dal territorio Sardo. - Legge restrittiva della libertà di stampa. - Viaggio di Cavour all'estero. - Le cospirazioni raggiungono il massimo grado. - Le condanne di Mantova. - Fratellanza segreta di popolani in Milano. - La sommossa e le vittime del 6 febbraio.

TRENTACINQUESIMO CAPITOLO
GLI ESULI, LE ALLEANZE CON LA FRANCIA - LA CRIMEA
Il tentativo del 6 febbraio provoca l'espulsione di molti esuli italiani dal suolo piemontese. - L'Austria mette il sequestro sui beni degli emigrati. - Proteste del governo sardo. - Risposta di Lord Clarendon al memorandum indirizzato dal ministro Dabormida alle potenze europee. - Accoglienza dei profughi italiani all'estero. - Particolari della vita di Garibaldi in America. - E' eletto capitano di una nave da una società commerciale. Suoi viaggi. Un sogno spaventoso narrato da lui stesso. - La città di Newcastle on Tyne dona a Garibaldi una spada e un telescopio. - Ritorno e vita ritirata di Garibaldi in Nizza. - Le condizioni dei partiti in quel tempo. - Garibaldi non appartenente a nessuno di essi vede di buon occhio la spedizione di Crimea. - Alleanza del governo sardo con la Francia e l'Inghilterra per la spedizione. - Disegno di liberare i prigionieri borbonici. - Lettere inedite di Garibaldi. - Il governo di Piemonte non aveva altra mira che un ingrandimento di territorio.
Manin e la teoria del pugnale.

TRENTASEIESIMO CAPITOLO
IL PARTITO MONARCHICO - L'ATTENTATO DI ORSINI
Garibaldi a Foresti. - Convegno fra Garibaldi e Cavour. - Proclama di Voltaggio. - Progetti insurrezionali delle province meridionali. - Corrispondenza di Garibaldi con Cuneo. - Garibaldi aderisce all'Associazione Nazionale di La Farina e di Pallavicino. - Spedizione di Sapri. - Pisacane, Falcone, Nicotera. - Processo di Salerno. - Cospirazione di Genova e di Livorno. - Arresti e sevizie. - Attentato di Orsini. - Effetti di quest'attentato in Francia e in Piemonte. - Cavour perseguita la stampa. - L'Italia del Popolo. - Convegno di Plombières. - Accorta diplomazia del Cavour. - Progetti d'insurrezione nei Ducati. - Corrispondenza di Garibaldi con La Farina. - Garibaldi sostiene la Dittatura militare del re.

TRENTASETTESIMO CAPITOLO
ALLEANZE I "GRIDI DI DOLORE" L'ULTIMATUM
Napoleone III al Barone di Hubner. - Il grido di dolore. - Matrimonio e patto d'alleanza
Appoggio in Europa alla causa italiana. - Irresoluzione di Napoleone III.
Cavour, La Farina e la Società Nazionale. - I repubblicani favorevoli agli accordi e gli intransigenti. - Bixio e il suo giornale La Nazione. - Mazzini e il Pensiero ed Azione di Londra. - Dichiarazione degli intransigenti. - Lamarmora avverso ai volontari. - Istruzioni segrete della Società Nazionale Italiana. - Armamenti e misure repressive dell'Austria. - Chiamata dei contingenti in Piemonte. - L'accorrere dei volontari. - Garibaldi comandante del corpo dei volontari di Cuneo e Savigliano - ULTIMATUM del Conte Buol. - Risposta di Cavour - Decreti concedenti poteri straordinari al governo del Re nel caso di guerra.

TRENTOTTESIMO CAPITOLO
LA GUERRA - I CACCIATORI DELLE ALPI
I Cacciatori delle Alpi. - Si scopron le tombe, si levano i morti. - Prime mosse di guerra. - Proclama del Re. - Sortita da Casale. - Difesa di Ponte Stura. - Impedimenti all' azione di Garibaldi. - Garibaldi alla tomba di Pietro Micca. - Simonetta e le sue guide. - Composizione del corpo dei Cacciatori delle Alpi. - Passaggio del Ticino. - Proclama di Garibaldi ai Lombardi. - Combattimento e presa di Varese. - Combattimento e presa di S. Fermo. - Morte di De Cristoforis. - Entrata di Garibaldi in Como. - Sorpresa non riuscita di Laveno. - La signorina Raimondi. - Combattimento di Seriate. - Entrata di Garibaldi in Brescia. - Combattimento di Tre Ponti. - Morte del capitano Narciso Bronzetti.
TUTTI I NOMI DEI CADUTI E DEI FERITI NEI CACCIATORI DELLE ALPI.

TRENTANOVESIMO CAPITOLO
VILLAFRANCA
Prodromi di Villafranca. - Battaglia di Solferino. - Aspettative deluse. - Paure di Napoleone III. - Le dinastie imperiali poco accetto in Italia. - Timori e sospetti delle potenze. - Altre ragioni di scontento nell'Imperatore. - Convenzioni preliminari di Villafranca. - Scontento universale. - Vittorio Emanuele e Cavour. - Cavour si dimette. - Entusiasmo degli italiani per continuare la guerra da sè. - Opportunismo di re Vittorio. - Istruzioni di Cavour ai suoi amici. - Previdenza di Garibaldi. - Suo tentativo per continuare la guerra. - Cialdini lo surroga in Valtellina. - Medici a Bormio. - Garibaldi fermato.

QUARANTESIMO CAPITOLO
LE ANNESSIONI - I PLEBISCITI
Vantaggi della pace di Villafranca. - Moti dell'Italia Centrale. - Reggenza Boncompagni. - Progetto inglese per un accomodamento europeo. - Cavour incoraggia i movimenti dell'Italia Centrale. - Plebisciti per l' Unità Italiana. - Compensi alla Francia: Nizza e Savoia. - Strage di Perugia e progetti d'intervento nell'Umbria. - Fanti rivoluzionario. - Ricasoli, Farini e Cipriani osteggiano ogni iniziativa. - Documenti importanti in proposito. - Fanti si rassegna. - Garibaldi minaccia di passare il Rubicone. - Fanti contro gli ordini trattiene le truppe. - Garibaldi si dimette, rifiutando il grado di Tenente-Generale. - Abnegazione di Garibaldi. - Tristi sponsali con la signorina Raimondi.

QUARANTUNESIMO CAPITOLO
PREPARATIVI PER MARSALA
Il partito d'azione. - La bandiera neutra. - Garibaldi mantiene il suo programma Italia e Vittorio Emanuele. - Nizza e Savoja. - Cavour inebriato del successo perde ogni forza di iniziativa e di resistenza. - Rosalino Pilo parte per la Sicilia d'accordo con Mazzini e con Garibaldi. - Interessantissima corrispondenza fra Garibaldi e Rosalino Pilo. - Impresa di Rosalino Pilo. - Preparativi di Garibaldi per la spedizione di Marsala.

QUARANTADUESIMO CAPITOLO
DA QUARTO A MARSALA
Preparativi di Garibaldi per una spedizione nel mezzogiorno d'Italia. - Ostacoli vinti. - Il 5 maggio salpa da Quarto. - Smarrimento di due battelli- portanti armi e munizioni. - Fermata a Talamone. - Dal Giorgini ottiene cartucce e tre pezzi da sei dell' arsenale di Orbetello. - La truppa rassegnata e divisa in compagnie comprende 1072 militi. - Il proclama di Garibaldi. - Cento volontari sono spediti a portare la rivoluzione nello Stato Pontificio. - Pimodan li vince, Ricasoli li disarma e disperde. - Le duo navi garibaldine salpano da Talamone il 10 maggio. - Il giorno 11, protetti da due legni inglesi, sbarcano a Marsala. - Proclama di Garibaldi ai Siciliani. - Accampa a Salemi. - Primo incontro di Garibaldi con fra Pantaleo. - Espugnazione del colle detto il Pianto dei Romani.
- Successivi assalti e vittoria di Calatafimi.

QUARANTATREIESIMO CAPITOLO
A PALERMO
Difficoltà di espugnare Palermo armata fortemente all'interno e custodita di fuori dalla flotta, dal Castello e da 16 mila soldati accampati a Monreale e a Parco. - Progetti di Garibaldi per distrarre l'attenzione e le forze del general Bosco. - Stratagemmi riusciti. - Dal convento di Gibilrossa muove all'assalto della città. - Espugnazione del Ponte dell'Ammiraglio. - Morti e feriti. - Entrata. - Proclama di Garibaldi. - Barbarie e ribalderie dei soldati regi. - Espugnazione di Porta Macqueda. - Rinforzo di bavaresi da Napoli. - Breve armistizio chiesto dal Lanza. - Il general Bosco lo viola. - Conferenza di Garibaldi con i generali Letizia e Chretien presso l' ammiraglio inglese. - Il Lanza, visto impossibile di continuare la lotta, ha dal re il permesso di sgombrare e consegnare la città. - Primi atti di Garibaldi dopo la totale liberazione. - Affida ad Alberto Mario la fondazione di un collegio militare.

QUARANTAQUATTRESIMO CAPITOLO
IN SICILIA
Cooperazione spontanea dei siciliani alla rivoluzione. - Amore al nuovo governo. - Perché Palermo non fosse pronta all'ingresso dei garibaldini. - Francesco Crispi. - Intrighi degli annessionisti. - Bassezze del La Farina. - Benemerenza della squadra inglese. - Battaglia e vittoria di Milazzo. - L'ambulanza e i feriti.
Opposizione di Cavour al passaggio di Garibaldi sul continente.

QUARANTACINQUESIMO CAPITOLO
VERSO NAPOLI
Scomparsa di Garibaldi dal Faro. - Motivi del suo allontanarsi chiariti da una lettera di Bertani. - Progetto di una spedizione sul continente dal Golfo degli Aranci. - Il governo sardo la manda a vuoto. - Il Re sconfessa la spedizione di Sicilia e disapprova il passaggio. - Risposta di Garibaldi. - Spedizione di 200 per sorprendere il forte di Torre Cavallo. - Fallito il tentativo, si ritraggono sull' Aspromonte. - Sbarco di Garibaldi a Mileto. - Presa di Reggio. - Defezione dell' esercito borbonico. - Ingresso di Garibaldi a Napoli.

QUARANTASEIESIMO CAPITOLO
FERMATE GARIBALDI !!
Primo pensiero di Garibaldi, giunto al Palazzo d'Angri. - Sospetti di Cavour. - Capua e Gaeta occupate dal Borbone. - Progetti e proclami di Garibaldi. - Depretis prodittatore. - Il governo sardo decide l'occupazione delle Marche e dell' Umbria. - Disastro di Caiazzo. - Disposizioni di Garibaldi per la gran battaglia del Volturno.
UNA SERIE DI (SINGOLARI) DOCUMENTI DI CAVOUR ("fermare Garibaldi"!!)

QUARANTASETTESIMO CAPITOLO
SUL VOLTURNO
Scaramucce del 30 settembre. - Disposizioni di Garibaldi alla vigilia del 1° ottobre. - Rispettive posizioni dei due eserciti. - Le avvisaglie. - Medici a Sant' Angelo. - Garibaldi, circondato, spicca il volo sul monte Sant'Angelo. - Bixio fa da sè. - Bronzetti a Ca
stelmorone. - Davanti Capua. - L'ultima carica. - Vittoria su tutta la linea.

QUARANTOTTESIMO CAPITOLO
LE POLEMICHE SULLA VITTORIA
La colonna di Porrone ghermita da Garibaldi il 2 ottobre. - Episodio del quarto battaglione di bersaglieri piemontesi. - Lettera di Mazzini al Dittatore. - Guerra spietata contro Bertani che parte da Napoli lasciando Crispi incaricato della segreteria. - Lettera a Brusco. - Pallavicino perseguita Crispi. - Vince l' idea dell' Assemblea. - Pallavicino e Conforti insistono per il plebiscito. - Il consiglio a Caserta. - Proclama di Garibaldi sui generis. - Finalmente è decretato il plebiscito puro e semplice. - La reazione. - L'episodio di Isernia. - Cialdini vincitore.

QUARANTANOVESIMO CAPITOLO
L'INCONTRO A TEANO
Garibaldi annunzia ai cittadini di Napoli la venuta del Re. - Si porta alla sinistra del Volturno per coprire il movimento dell'esercito piemontese. - Incontro col Re. - E' messo alla coda! - Sua lettera d' addio al Re. - Pregato, resta ancora qualche giorno. - Consegna la bandiera agli Ungheresi, la medaglia ai superstiti dei Mille. - Sfregi a Garibaldi. - Addio a Napoli! - A rivederci a Roma.
L'ITALIA ALL'INIZIO DEL 1861

CINQUANTESIMO CAPITOLO
RITIRO A CAPRERA
Garibaldi a Caprera. - Deputato di Napoli. - Duello in Parlamento fra Garibaldi e Cavour.
Gli Amici di Cavour. - Villanie di Cialdini. - Risposta dignitosa di Garibaldi.

CINQUANTUNESIMO CAPITOLO
LA MORTE DI CAVOUR - L'AMARO ASPROMONTE - POI LONDRA
Morte di Cavour. - Partito democratico in piedi. - Il Re rivendica per sé l'iniziativa. - Brigantaggio nel Napoletano. - Garibaldi alla riscossa. - Opposizione dei suoi alla sua dittatura fuori del campo- Si arrende in apparenza. - Sarnico. - Aspromonte narrato da Garibaldi. - Ferita e convalescenza. - Garibaldi in Inghilterra - Ritorno a Caprera.

CINQUANTADUESIMO CAPITOLO
DA CAPRERA A BEZZECCA
Corrispondenza del Re con Mazzlni per compiere l' unità della patria. - Divergenze circa i mezzi per liberare il Veneto. - Garibaldi è indotto a capitanare una spedizione in Ungheria. - Disapprovazione generale e protesta dei patrioti. - Garibaldi abbandona il progetto. - Segrete trattative del Re con Napoleone III svelate da Mazzini. - Alleanza dell' Italia con la Prussia. - Lamarmora rifiuta la Venezia a patto della neutralità. - Decretata la guerra all'Austria, Garibaldi accetta il comando dei volontari nel Tirolo. - Ritardo nell'arrivo dei suoi reggimenti. - Prime mosse. - Primo fatto d' arme al Caffaro e a Storo. - Ordine di salvare Brescia. - Rocca d' Anfo. - Garibaldi ferito a Monte Suello. - Cimego. - Presa del forte d'Ampola. - Bezzecca. - Amaro esodo dal Tirolo.

CINQUANTATRESIMO CAPITOLO
LA FUGA DA CAPRERA - MONTE ROTONDO
Garibaldi a Firenze. - Una gita nel Veneto. - Il congresso della pace. -
L' arresto a di Garibaldi a Sinalunga. - Prigioniero in Alessandria. - A Caprera.
- La fuga. - Episodio di Monte Giovanni. - I fratelli Cairoli. - La vittoria di Monte Rotondo

CINQUANTAQUATTRESIMO CAPITOLO
MENTANA (ROMA) E NUOVO ARRESTO
Morti e feriti. - I "puritani" vengono. - Casal dei Pazzi. - Si retrocede - A Roma. - La battaglia di Montana. - I chassepots. - Ritirata. - Si ripassa la frontiera - Garibaldi arrestato. - Chiuso al Varignano. - Ritorno a Caprera.

CINQUANTACINQUESIMO CAPITOLO
GARIBALDI IN FRANCIA - INTANTO A PORTA PIA...
La guerra franco-germanica. - Le vittorie di Weissemburg e di Worth. - A Roma! A Roma! - Garibaldi e la gioventù italiana muovono al soccorso di Francia. - A Dôle. - Stato precario dei garibaldini. - Gelosie di Gambetta e dei generali francesi. - Entusiasmo delle popolazioni. - Garibaldi improvvisa un esercito nel paese invaso dal nemico. - Sua rigida disciplina. - Rovesci dei francesi nel mese di ottobre. - Garibaldi ad Autun. - Vittorie di Ricciotti a Chatillon, di Garibaldi a Pasques e Prenois. - Tentata sorpresa di Dijon fallita. - Ritorno a Autun. - Vittoria.

CINQUANTASEIESIMO CAPITOLO
DA DIJON AL RITORNO IN ITALIA
Prima della battaglia. - Preparativi. - Il 20 gennaio. - Prima giornata. - Morte di Giorgio Imbriani. - Vittoria. - Ordine del giorno di Garibaldi. - Seconda giornata. - Terza giornata. - Vittoria finale. - Presa della bandiera prussiana. - Morte di Adamo Ferraris. - Armistizio. - Ci si dimentica di avvertire Garibaldi che lui ne è escluso. - Garibaldi eletto rappresentante all'Assemblea Nazionale da tre dipartimenti e dalla città di Parigi. - Dà la sua dimissione da deputato e da generale. - L'Assemblea gli rifiuta la parola. - Ritorna in Italia.

CINQUASETTESIMO CAPITOLO
VITA PRIVATA - RIEPILOGO DI UNA LUNGA STORIA
Vita privata di Garibaldi. - Divorzio e secondo matrimonio. - Povertà. - Rifiuto di una pensione e rendita. -. - L'accettazione forzata. - L'autobiografia. - Quando verrà stampata ? - Garibaldi repubblicano: Fondazione della Lega della Democrazia. - Inaugurazione del monumento ai caduti di Mentana. - Viaggio a Napoli e a Palermo. - Ultimo ritorno a Caprera.
GLI SCRITTI SUI DESTINI DELL'ITALIA -
(ANCORA ATTUALI !!!)

CINQUANTOTTESIMO CAPITOLO
LA MORTE - I FUNERALI
Vita di Garibaldi a Caprera. - Ultima sua lettera. - Agonia. - Morte. - Lutto nazionale. - Lettera del Re. - Volontà sua di essere bruciato. - Il perché non fu obbedito.
- Quod differtur non aufertur. - . - Lettere di Alberto Mario da Caprera.
Le lagrime. - I funerali. - L' apoteosi. - Viva Garibaldi !

FINE

ALLA PAGINA INIZIALE